Pubblicità

2013

E’ stata solo un’evento svolto per semplice divertimento, ma considerando i nomi presenti in pista la vittoria assume comunque sapori molto dolci. Dopo aver sfiorato il successo l’anno scorso, Jules Bianchi è riuscito a vincere l’edizione 2013 della Desafio Internacional das Estrelas, tradizionale sfida di kart organizzata da Felipe Massa a Florianopolis, in Brasile. Il giovane francese, da diverso tempo promessa di Maranello e probabile guida ufficiale in Force India a fianco di Paul di Resta per la stagione 2013, ha conquistato pole e vittoria nella prima manche per poi rendersi protagonista di una bella rimonta (causa inversione delle prime otto posizione dell’ordine di arrivo di gara 1) chiudendo quarto. Ben 40 punti finali, 5 in più rispetto a quelli di Felipe Nasr, il vincitore della seconda frazione ma pesantemente penalizzato dal sesto posto della prima causa motore fiacco. La vittoria va quindi al francese, ovviamente soddisfatto: “Questa volta sono riuscito a vincere e sono molto contento. E’ stato davvero un bel fine settimana e spero di tornare anche il prossimo anno“. Sul podio finali presente anche Lucas di Grassi, precedendo Nelsinho Piquet ed il nostro Vitantonio Liuzzi, costantemente tra i protagonista sin dalla prima giornata.

Deludono invece i più attesi, in primi i due piloti della Scuderia Ferrari Fernando Alonso e Felipe Massa. Lo spagnolo, alla sua prima partecipazione, prima è costretto al ritiro e poi chiude 18esimo, distaccato di ben 36” dal vincitore. Weekend deludente preso però con giusta filosofia: “E’ stato un weekend molto piacevole e spero che gli spettatori si siano divertiti quanto mi sono divertito io” Male anche l’organizzatore Massa, sì davanti al suo capo-squadra ma non andato oltre l’ottava piazza, sia in pista che classifica: “‘E’ stata probabilmente l’edizione del Desafio più difficile per me” ha detto il brasiliano. Comunque “Sono stato molto felice di avere Fernando con noi: sono sicuro che si sarà divertito!“. Finito l’evento i due hanno preso un aereo per rientrare in Italia, dove li aspetta l’appuntamento di Madonna di Campiglio per l’ormai  classico ”Wrooom”, evento che vede la Scuderia Ferrari presentarsi ai media di tutto il mondo sul palcoscenico delle montagne delle Dolomiti assieme alla squadra Ducati MotoGP. Assente Michael Schumacher, vincitore dell’edizione 2009 e questa volta non presente tra la lista dei partecipanti per motivi ignoti. Pian piano la nuova stagione agonistica sta iniziando.

Riccardo Cangini

 

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

1 COMMENT

Comments are closed.