Pubblicità

Ungaretti

C’è stato un evidente cambio di rotta non appena è stato ufficializzato l’ingaggio di Adrian Sutil per la stagione 2013. Lasciare libero l’altro candidato Jules Bianchi infatti comportava anche l’addio dell’ipotetico accordo con la Ferrari per quanto riguarda i motori turbo a partire dal 2014. Una scelta tenuta ben in considerazione dai dirigenti della Force India, già capaci di preparare l’immediato futuro annunciando il rinnovo della collaborazione tecnica con Mercedes. La casa della stella a tre punte fornirà non solo il suo nuovo propulsore, ma anche il cosiddetto “ERS” assieme a tutti i sistemi ausiliari connessi all’unità previsti dai nuovi regolamenti, il cambio e impianto idraulico. Un pacchetto decisamente corposo e vitali per le sorti della struttura capitanata da Vijey Mallya, attualmente alle prese con una situazione finanziaria non facile eppure capace di sfruttare al meglio le risorse disponibile. Tolte Sfortune e guai ai box, nelle prime due gare la scuderia indiana ha positivamente impressionato con entrambi i piloti in grado di battagliare per un cospicuo numero di punti. Situazione che ha certamente favorito la positiva conclusione delle trattative con il motorista tedesco.

Il nostro accordo con la Mercedes per i prossimi anni è il più significativo nella storia della Force India. Con i nuovi regolamenti che verranno introdotti l’anno prossimo, non potevo immaginare di avere un partner migliore per entrare nella nuova era della Formula 1. Parliamo poi di un accordo che ci garantirà stabilità a lungo termine per favorire la nostra ascesa verso le parti nobili dello schieramento di partenza” ha commentato il team principal Mallya, senza dare però dettagli sulla durata del rinnovo. Ad ufficializzare il tutto il nuovo arrivato Toto Wolff, attualmente direttore esecutivo delle frecce d’argento ma ormai prossimo a ricoprire il ruolo di amministratore delegato: “E’ un annuncio importante quello che ufficializza l’accordo a lungo termine con la Force India per la fornitura dei motori basati sui regolamenti 2014. La Force India è stato il nostro primo cliente esterno nel 2009 e siamo contenti di aver prolungato il rapporto con loro. La nostra speranza è che la Mercedes e la Force India possano lavorare insieme in maniera proficua per l’intero ciclo di questa nuova generazione di motori” Certamente saranno quattro le monoposto spinte dal propulsore di Stoccarda, in attesa di capire le mosse della McLaren, sempre più vicina invece all’addio.

Riccardo Cangini 

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com