Pubblicità

f1

Da una parte abbiamo un Fernando Alonso piuttosto contrariato e, per la prima volta, non pronto a sostenere una squadra colpevole di aver fatto, anche quest’anno, un passo indietro rispetto ai diretti concorrenti. Dall’altra un Felipe Massa deciso a fare il possibile per mantenere il suo sedile rinnovando per un’altro anno ancora con il cavallino rampante. Situazioni lontane ma importanti per l’intera Ferrari, bisogna di un leader forte e fedele oltre che una seconda guida in grado di conquistare ad ogni appuntamento preziosi punti iridati. Obbiettivo non sempre centrato dal brasiliano, apparso leggermente più in forma rispetto alle disastrose stagioni passate ma non a sufficienza per rendere il suo rinnovo una banale pratica. Anche nel 2013 le rimanenti gare in calendario saranno fondamentali per lui, costretto a trovare risultati in positivo tanto in qualifica quanto in gara per mantenere la tuta rossa e scacciare le promesse del circus sempre più desiderose di prendere il suo posto.

Ovviamente questo Felipe lo sa perfettamente: ” I risultati –  dice – decideranno se resterò qui o se andrò in un’altra squadra. La possibilità di rimanere alla Ferrari c’è, ma la cosa più importante sono i risultati. Io sono contento del modo in cui riesco a guidare in termini di passo sia in qualifica che in gara. Devo solo riuscire a terminare le gare senza inconvenienti e trovare più costanza. Se ci riuscirò i risultati arriveranno. Fino a quando non firmi un contratto però non si può mai sapere” E’ ancora tutto da decidere e il presidente Luca Cordero di Montezemolo non ha alcuna fretta. A Massa gli si darà il tempo di dimostrare in pista il suo valore ma se non arriveranno i giusti feedback allora il suo ruolo a Maranello terminerà qui. Al suo posto potrebbero arrivare giovani talentuosi come Hùlkenberg, Bianchi, addirittura un clamoroso ritorno di Kimi Raikkonen o, ultima per possibilità ma sempre fattibile, la promozione dell’attuale tester al simulatore Davide Rigon. L’unica cosa certa è che Felipe non potrà più sbagliare.

Riccardo Cangini

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

2 COMMENTS

Comments are closed.