Pubblicità

f1

Quasi per festeggiare il suo ufficiale passaggio in MotoGp con il team Gresini (su una Honda RCV1000R, le cosiddette“Production Bike Racer”), l’attuale capo-classifica di campionato della Moto2 Scott Redding inizia il weekend del proprio Gran Premio di casa a Silverstone staccando il miglior riferimento cronometrico in 2’09″034, non riuscendo però a staccare i più diretti inseguitori. Il primo della lista non poteva che esser Pol Espargaro, secondo in campionato e secondo anche in questa prima sessione di libere con la Pons KALEX a soli 59 millesimi dalla vetta, poco meglio rispetto alle Suter guidata da Dominique Aegerter (3°) e Johann Zarco (4° su Iodaracing Project, veloce sin dai primi minuti 4°). Bene anche il secondo pilota di Pons Tito Rabat, quinto davanti l’inglese Danny Kent, sesto riportando in alto il team Tech 3, davanti persino al vincitore di Brno Mika Kallio e Takaaki Nakagami, rispettivamente 7° e 8° posizione a precedere Alex De Angelis, nono e questa volta nella vesti di prima delle quattro Speed Up del Forward Racing.

I compagni di squadra del pilota sammarinese non sono comunque troppo lontani: Mattia Pasini è 11°, Simone Corsi 13° e Ricky Cardus in scia con il 14° tempo. Prevedibilmente in difficoltà la new-entry del weekend Jason O’Halloran,australiano in forza all’Honda Racing UK nel British Supersport, perora 26° con la MotoBI orfana dell’infortunato Mike Di Meglio, costretto al K.O per la frattura dell’osso sacro rimediata la settimana scorsa. Inizio tutta in salita anche per Sandro Cortese, infortunatosi (ed operato lunedì) al braccio destro. A terra nel corso della sessione il tailandese Thitipong Warokorn e l’indonesiano Rafid Topan Sucipto, trascinando con se gli incolpevoli Louis Rossi e Randy Krummenacher. Segue tabella tempi FP1.

moto2-fp1

 

Riccardo Cangini

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com