Pubblicità

United States Grand Prix, Austin 14 - 17 November 2013Il sedile rimasto vuoto ad Enstone dopo l’addio di Kimi Raikkonen potrebbe essere occupato niente meno che da Hekki Kovalainen: il finlandese chiamato nei giorni scorsi a sostituire Raikkonen nelle ultime due gare stagionali, potrebbe e venire confermato pilota “a tempo pieno” per la prossima stagione, sbarrando definitivamente la porta ai due giovani paganti Maldonado e Hulkenberg.

Ma le performance di Kovalainen nelle prime due giornate di prove ad Austin hanno impressionato i certici Lotus, tanto da spingere Eric Boullier ad ipotizzarlo come pilota Lotus nel 2014. “Può essere”, ha dichiarato il francese, “è vero che non era nella nostra lista di piloti, ma ora sta facendo bene e potremmo anche cambiare idea: tutto è possibile”.

Il posto vacante per Austin e Interlagos si era creato quando ha deciso di operarsi alla schiena prima del termine del campionato, ma all’origine della rottura con Lotus pare esserci una disputa economica.“I soldi non centrano” dichiara Lopez, proprietario del Team, “ci siamo chiariti ad Abu Dhabi e Kimi avrà il suo compenso. Forse il suo nuovo datore di lavoro (Ferrari) lo ha costretto ad operarsi prima del previsto.”

Lopez sospetta che anche dietro alla improvvisa indisponibilità di Hulkenberg ci sia la Ferrari, che sta battagliando con Lotus per il campionato Costruttori:“E’ stato un peccato per noi, ma anche un peccato per Nico. A quanto mi risulta è stato pagato tutto ad un tratto, quindi non era più disponibile per noi. Davvero un peccato” ha tuonato il lussemburghese.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

3 COMMENTS

  1. @Pike: un risultatone che metterebbe in crisi un qualsiasi team manager!!! 😀 😀 😀

  2. Poteva andare peggio ed ha avuto problemi.
    Non sono contento della scelta di Lotus, ma per ora non hanno avuto torto.
    Al prossimo zero… l’avranno.

Comments are closed.