Fernando Alonso è dubbioso sul fatto che la scuderia di Maranello possa agguantare il secondo posto nei Costruttori. Il team italiano sta battagliando con Mercedes e Lotus e sarà l’ultima tappa del mondiale che si disputerà domenica in Brasile, a decretare la squadra vice-campione del mondo costruttori. Attualmente la classifica vede la Ferrari inseguire la Mercedes distanziata di 15 lunghezze, con la scuderia di Maranello che deve difendere i 18 punti di vantaggio che ha nei confronti di Lotus, quindi niente è ancora deciso e scontato e in caso di week-end negativo, per le rosse di Maranello si potrebbe addirittura presentare lo spettro del quarto posto finale, che in termini pratici vorrebbe dire meno soldi nelle casse Ferrari.

Alonso calcola che la Ferrari non può fare al momento molto per cercare di battere la Mercedes per il secondo posto in classifica considerando la velocità delle due vetture: “Non c’è niente che possiamo fare in questo momento”, ha detto Alonso. “Abbiamo lottato per essere in Q3, e abbiamo lottato per essere nei punti la Domenica, quindi abbiamo bisogno di fare meglio in Brasile, se vogliamo lottare per il campionato costruttori. O forse questo e’ un obiettivo troppo ottimista. Dobbiamo essere più realisti e sapere che la lotta per il secondo posto e’ un sogno e forse quel sogno è difficile da far diventare realtà.”

Tuttavia, pur ammettendo le difficoltà della Ferrari, Alonso ha detto che è orgoglioso del campionato che ha disputato quest’anno, assicurandosi il secondo posto nella classifica pilota nella scorsa gara ad Austin. “Sono orgoglioso, perchè sappiamo di non avere la seconda vettura più veloce de lotto, quindi terminare alle spalle di Vettel in classifica è una grande soddisfazione per me. Ma preferirei essere decimo per dieci volte ed una volta campione, piuttosto che finire sempre secondo”  ha dichiarato lo spagnolo.

Alonso, ancora dolorante alla schiena, pensa di essere in forma per il Brasile: “La mia preparazione per la gara di Austin non è stata l’ideale: ho passato una settimana tra divano e letto con forti vertigini. Ma sto migliorando di giorno in giorno e penso di recuperare per Interlagos”.