Si sta definendo sempre più in maniera marcata, lo schieramento di partenza per la stagione 2014. I top team come Ferrari, McLaren, Mercedes e Red Bull hanno già deciso le loro formazioni per la prossima stagione, mentre restano ancora da definire i posti per Lotus, Force India e Sauber.
Nonostante il talento dimostrato da Hulkenberg, il ruolo chiave per l’assegnazione di un sedile per il 2014, l’ha giocato Pastor Maldonado grazie ai 40 milioni di euro derivati dalla sponsorizzazione PDVSA. Il venezuelano è stato in trattativa con la Sauber ma il team versa in gravi problemi economici ed è in dubbio anche l’ingaggio di Sergey Sirotkin, il giovane pilota russo della Formula Renault 3.5 Series e i proprietari del team, Peter Sauber e Monisha Kaltenborn, pensano addirittura di vendere: “Il piano C è una vendita del team e gli investitori trovati negli Stati Uniti si sono detti interessati” hanno dichiarato ad Auto Moto und Sport.

Da casa Lotus c’è stata la conferma che i finanziamenti di Quantum non arriveranno e così la scelta è ricaduta su Maldonado e una notizia dell’accordo ufficiale è attesa nei prossimi giorni “Penso che stiamo arrivando a un accordo definitivo”, ha detto il manager di Maldonado, senza però dire la sua probabile squadra per l’anno venturo, anche se l’ipotesi Lotus è la più concreta: se ci fossero stati i finanziamenti da parte di Quantum, la scelta sarebbe caduta su Nico Hulkenberg, ma il tedesco ha deciso di ritornare alla Force India, firmando il contratto domenica sera ad Interlagos

1 commento

  1. Gli starebbe bene come un vestitino nuovo…
    Un bel Maldonado che sfascia pezzi in carbonio per la prima metà del 2014.
    E che sfascia 2 motori 😀

I commenti sono chiusi.