Pubblicità

John-Button

Il padre dell’ex campione del mondo Jenson Button si è spento domenica all’età si 70 anni, nella sua casa in Costa Azzurra per un sospetto attacco di cuore. John Button è stato un personaggio molto influente sulla carriera del figlio Jenson, compreso quel titolo mondiale del 2009.

In una nota rilasciata dal procuratore del pilota McLaren si legge: “Con grande tristezza posso confermare che John è morto. I figli Jenson, Natasha, Samantha, Tanya e il resto della famiglia sono chiaramente devastati e chiedono di rispettare la loro privacy durante questo periodo estremamente difficile.”

Anche Lewis Hamilton, ex compagno di Button in McLaren ha espresso il suo cordoglio attraverso un Tweet: “Profondamente addolorato per la scomparsa di John Button Mi dispiace @ jensonbutton John era un grande uomo e mancherà a tanti.. Dio vi benedica. “

A nome della McLaren, Martin Whitmarsh ha commentato: “Siamo davvero tristi per la notizia della morte di John. Nella mia lunga carriera in Formula 1, ho incontrato molti padri di piloti, ma penso sia giusto dire che John è stato forse il più devoto a suo figlio. Fin da quando Jenson era un ragazzo, e correva nei go-kart, suo padre è stato al suo fianco, per aiutarlo e supportarlo, per trovare i fondi per la gara successiva. Quando Jenson è cresciuto e ha continuato a vincere con le vetture, John è sempre stato lì, il suo più grande aiuto e tifoso. E anche negli ultimi anni, con Jenson diventato ormai un campione di Formula 1 e uno dei più esperti piloti in griglia, John è sempre stato presente, leale e amorevole come sempre, uno dei più popolari membri del piccolo entourage di Jenson. Non era solo un grande padre, ma anche un uomo amorevole e mancherà enormemente a Jenson, ovviamente, e a tutta la McLaren, oltre che a tutta la comunità della F1″
.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com