Pubblicità

F uan

Già alla fine del 2013 aveva pubblicamente espresso la sua contrarietà all’arrivo dei V6 Turbo ed ora che gli il Gp d’Australia pensa ad una azione legale contro il circus, Bernie Ecclestone punta decisamente il dito contro questa rivoluzione tecnologica che ha stravolto la massima formula. Più che lo stretto limite del consumo carburante o la netta supremazia messa in mostra dalla Mercedes, Mister E trova inaccettabile il suono che generano le “Power Unit”, assolutamente non all’altezza dei freschi pensionati V8: “Non sono rimasto inorridito dal rumore. Sono rimasto inorridito dalla sua mancanza. E mi spiace dover dire che avevo sempre avuto ragione: il suono di queste macchine non è quello di auto da corsa” ha detto al Telegraph. Molti tifosi applaudiranno, ma Bernie mostra sincera preoccupazione semplicemente perché improvvisamente sono a rischio i ricchi contratti stipulati con gli organizzatori dei diversi Gp. Se la gente non andrà a vedere le gare perché poco attratta da questa nuova formula, molti  circuiti non vorranno più pagare fior di milioni per avere un posto nel calendario e quindi Ecclestone dovrà accettare a malincuore questa corsa al ribasso del prezzo. Situazione da evitare assolutamente.

Ho parlato con Todt e quello che gli ho detto è che dobbiamo vedere se c’è un modo per farle cantare come delle vere macchine da corsa. Non so se sia possibile, ma ci dovremmo pensare. Non possiamo aspettare tutta la stagione, a quel punto potrebbe essere troppo tardi” Per accelerare al massimo i tempi una mossa intelligente sarebbe quella di avere come alleati le stesse squadre  iscritte al campionato. Cosa non facile, ma comunque possibile se si tiene contro della sua nota abilità persuasiva: “Diamo loro una percentuale dell’incasso che riceviamo. Dunque, se incassiamo di meno, qualunque sia il motivo, certamente anche i team non prenderanno più così tanto. Quindi questo costerà anche a loro” Se il gioco non frutta più come un tempo tutti quanti ci rimetteranno. E a quel punto una soluzione arriverà magicamente.

Riccardo Cangini

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

2 COMMENTS

  1. Avrà 80 anni, ma come al solito Bernie ha un cervello finissimo. L’idea di legare la percentuale ai Team con l’afflusso di pubblico è semplice e geniale. Bravo

Comments are closed.