Pubblicità

FIuan

Lewis Hamilton conquista la seconda pole position stagionale con la Mercedes W05, portando a trentratrè il suo bottino in carriera eguagliando nomi del calibro di Jim Clark e Alain Prost. L’inglese è riuscito a cogliere un 1’59″431 con pista bagnata e gomme full-wet (scelta effettuata da tutti i piloti eccetto Jenson Button). La freccia d’argento numero 44 è però stata decisamente insidiata da Sebastian Vettel, secondo per un margine di appena 55 millesimi e intenzionato da subito a raddrizzare un 2014 partito piuttosto male. Anche questa volta Nico Rosberg si deve accontentare della terza posizione in griglia, staccato dal suo compagno di squadra di ben sei decimi ma fiducioso in vista della gara, forte del suo passo gara ed un set di gomme praticamente nuove. Spera anche Fernando Alonso, ottimo quarto nonostante un set-up sulla sua F14 T non ottimale e protagonista anche di un contatto in Q2 con Daniil Kvyat nel quale aveva rotto il braccio dello sterzo sul lato sinistro. I meccanici del Cavallino sono stati in grado di riparare tutto in appena sei minuti (!), permettendo allo spagnolo di proseguire la qualifica e conquistare un risultato perfetta base per un risultato di spessore.

Più in difficoltà Daniel Ricciardo, quinto con la seconda Red Bull Racing ma comunque davanti a Kimi Raikkonen, meno brillante sul bagnato rispetto a quanto ha fatto vedere sull’asciutto con un ritardo dalla vetta di quasi due secondi. Kevin Magnussen è settimo con la McLaren,  davanti al caposquadra Jenson Button certamente penalizzato dalla scelta di montare gomme intermedie, risultando ultimo in Q3 con un distacco abissale. In crescita le perfomance di Jean-Eric Vergne (9°), mentre deludono le Williams uscite di scena già in Q2, con Felipe Massa 13esimo e Valterri Bottas solo 15esimo e sotto investigazione per avere rallentato Daniel Ricciardo durante la seconda sessione di qualifiche. Sul fondo della griglia di partenza le Lotus, Caterham e Marussia, con Romain Grosjean comunque in grado di precedere un deludente Adrian Sutil (18°) nonostante la sua E22 sia ancora una monoposto bisognosa di sviluppo. Segue la tabella tempi di tutte e tre le sessioni di qualifica.

PosDriverTeam  Q1  Q2  Q3
1)Lewis HamiltonMercedes  1:57.202   1:59.041   1:59.431
2)Sebastian VettelRed Bull Racing-Renault  1:57.654   1:59.399   1:59.486
3)Nico RosbergMercedes  1:57.183   1:59.445   2:00.050
4)Fernando AlonsoFerrari  1:58.889   2:01.356   2:00.175
5)Daniel RicciardoRed Bull Racing-Renault  1:58.913   2:00.147   2:00.541
6)Kimi RäikkönenFerrari  1:59.257   2:01.532   2:01.218
7)Nico HulkenbergForce India-Mercedes  1:58.883   2:00.839   2:01.712
8)Kevin MagnussenMcLaren-Mercedes  2:00.358   2:02.094   2:02.213
9)Jean-Eric VergneSTR-Renault  2:01.689   2:02.096   2:03.078
10)Jenson ButtonMcLaren-Mercedes  2:00.889   2:01.810   2:04.053
11)Daniil KvyatSTR-Renault  2:01.175   2:02.351
12)Esteban GutierrezSauber-Ferrari  2:01.134   2:02.369
13)Felipe MassaWilliams-Mercedes  2:00.047   2:02.460
14)Sergio PerezForce India-Mercedes  2:00.076   2:02.511
15)Valtteri BottasWilliams-Mercedes  1:59.709   2:02.756
16)Romain GrosjeanLotus-Renault  2:00.202   2:02.885
17)Pastor MaldonadoLotus-Renault  2:02.074
18)Adrian SutilSauber-Ferrari  2:02.131
19)Jules BianchiMarussia-Ferrari  2:02.702
20)Kamui KobayashiCaterham-Renault  2:03.595
21)Max ChiltonMarussia-Ferrari  2:04.388
22)Marcus EricssonCaterham-Renault  2:04.407

Riccardo Cangini

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

2 COMMENTS

  1. Domanda: le Ferrari avevano un assetto da asciutto per cui possono fare meglio domani o è questo il loro potenziale?

  2. Il potenziale della Rossa in ottica gara è leggermente maggiore rispetto a quello visto oggi in qualifica. Alonso è riuscito a fare il quarto tempo con una monoposto non al top (problemi di convergenza), quindi domani il podio è tranquillamente alla sua portata.
    Discorso molto simile per Kimi Raikkonen, anche se il finlandese non si è trovato molto bene sul bagnato e preferisce una gara asciutto. Ci si aspetta comunque una Ferrari protagonista, forse l’univa vera rivale della Mercedes.

Comments are closed.