Pubblicità

F1an

Un grintoso ritorno sul gradino più alto del podio per Tito Rabat, perfetto modo per chiudere una domenica vissuta da principale protagonista all’Autodromo Internazionale del Mugello. Già autore della pole position, lo spagnolo è riuscito a rimediare ad una partenza non certo brillante a suon di giri veloci nel corso della distanza gara, superando con precisione due “rookie” già temibili della classe di mezzo: Jonas Folger terzo sulla Kalex dell’AGR Team e il maiorchino Luis Salom, molto bravo nel terminare secondo abbandonando l’obbiettivo vittoria solo nell’ultima parte della gara, quando Rabat ha preso la testa del gruppo guadagnando preziosi decimi di secondo che si è portato fino alla bandiera a scacchi.

Per l’alfiere del Marc VDS Racing Team si tratta della terza affermazione stagionale (dopo Losail e Termas de Rio Hondo) rafforzando la propria leadership in campionato a scapito del compagno di squadra Mika Kallio, sesto sul traguardo preceduto da Dominique Aegerter e da un Simone Corsi partito 22esimo ed in grado di terminare addirittura 4° sula KALEX del Forward Racing, confermandosi il miglior italiano della Moto2 partendo. In evidenza anche Franco Morbidelli decimo sulla KALEX Italtrans preceduto di un soffio da Sam Lowes (8°) e Maverick Vinales (9°). Niente da fare invece per Alex De Angelis (17°), Lorenzo Baldassarri (23°) e Mattia Pasini scivolato nel corso dell’ottavo giro proprio mentre stava costruendo una prestazione da podio. Segue classifica finale.

moto2_classifica

Riccardo Cangini

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com