2014-09-07_134840Marco Melandri ha vinto anche Gara2 del terz’ultimo round della Superbike a Jerez regalando al suo team una splendida doppietta in una pista storicamente ostica per il ravennate.

Esattamente come in Gara1, Melandri ha aspettato prima di andare in testa per conservare le gomme, lasciando sfogare gli avversari, compreso il compagno di squadra Guintoli che, esattamente come nella prima manche, si è dovuto arrendere nelle ultime battute di gara per difficoltà di grip al posteriore.

Il podio è completato da Tom Sykes, che si è ripreso dopo la battuta a vuoto di Gara1, anche se oggi era chiara la sua inferiorità nei confronti delle due Aprilia. Evidentemente in questo week end con le gomme 2014 la Kawasaki ha faticato nelle curve in appoggio della pista di Jerez.

Quarto l’ottimo Chaz Davies, davvero un grande interprete della Ducati Panigale; Chaz sembra riuscire a capire il limite della moto e adattarsi con il cambiamento delle condizioni in gara, portando a casa il massimo risultato possibile. Stavolta invece Giugliano è stato sfortunato a causa di un problema al cambio nelle prime fasi di gara.

Quinto Rea e di nuovo sesto Laverty, che qui a Jerez è semrpre andato veramente forte e solo settimo il poleman Baz.. Primo tra le EVO Barrier.

La classifica iridata rimane pressoché invariata in testa, con Sykes che guida il gruppo con 352 punti, seguito da Guintoli a 321, terzo Rea a 285. Melandri sopravanza Baz al quarto posto con 267 punti mentre Baz è a quota 262.

Rimane il dubbio sugli ordini di scuderia: l’Aprilia ha Guintoli che è pienamente in lotta per il titolo, e ha “lasciato” Melandri libero di vincere entrambe le manches togliendo di fatto 10 punti a Guintoli. Questa gestione potrebbe portare problemi esattamente come nel 2013, quando la lotta intestina tra Laverty e Guintoli, tolse di fatto al francese la possibilità di giocarsi il titolo. Mancano ancora due round, e a Noale avranno da riflettere parecchio sulla strategia da adottare per le ultime due gare. Intanto Sykes ringrazia.

Ecco la classifica di Gara2 della Superbike a Jerez:

2014-09-07_135631

3 COMMENTS

  1. Complimenti ad un rinato Melandri.
    Ma la dabbenaggine del management Aprilia non ha confini.
    Ieri sera Guintoli era staccato da Sykes di circa 35 punti. Adesso invece di 31 . Potevano essere tranquillamente 21 se qualcuno avesse estratto gli attributi e ordinato primo Guintoli, secondo Melandri .
    Stiamo parlando di titolo mondiale. Ma in Aprilia sono abituati a questi errori come accadde nel 2013 dove non seppero gestire Laverty e Guintoli. Contenti loro……. Kawa gioisce ( Guintoli un pò meno mi sa ).

  2. Il mondiale lo deve vincere chi è più forte! Questi magheggi non fanno bene allo sport 😉
    In Aprilia sono stati dei signori secondo me…

  3. Luca, anche a me non piacciono molto i giochini di squadra, ti dico la verità… Però c’è il rischio di perdere seriamente un mondiale, esattamente come l’anno scorso.
    A questo punto credo che, in un atto ultimo di coerenza estrema, l’Aprilia dovrebbe lasciare liberi i piloti fino alla fine…Se fanno i giochi di squadra nelle ultime due gare e poi perdono il titolo magari a causa di questi 10 punti non lasciati a Guintoli, sono dei tortelloni! 😀

Comments are closed.