Pubblicità

GP BAHRAIN F1/2015Prove Libere 1:  Le Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel hanno ottenuto le migliori prestazioni nella prima sessione di libere del GP del Bahrain, prima gara in notturna della stagione. La SF15T del finlandese, che così come il compagno di squadra ha portato in pista un nuovo motore, ha ottenuto il crono di 1:37.827 registrando 202 millesimi di vantaggio su Vettel che nel corso dei primi minuti di prove a causa di un problema ad un sensore ha dovuto rallentare la sua monoposto con conseguenti minuti ai box per verificare il guasto. Quasi il doppio dei giri completati dai piloti Ferrari li ottiene Valtteri Bottas sulla Williams, per il finlandese sono 563 i secondi di distacco seguito da Carlos Sainz che con la sua Toro Rosso si tiene alle spalle la Red Bull di Daniel Ricciardo, posizionatosi nel panino della vetture di Faenza con Verstappen sesto a precedere Fernando Alonso che con la McLaren Honda ottiene il settimo tempo a 7 decimi dalla Ferrari. Si nasconde la Mercedes, Rosberg ed Hamilton sono rispettivamente al 15° e 16° posto nella classifica di questi primi 90 minuti, meglio di loro anche Lotus e Force India. Nessun tempo per Jenson Button che completa un solo giro prima di fermarsi in testacoda per un guasto tecnico alla sua MP4-30.

Prove Libere 2: Nella seconda sessione, le Mercedes escono dal nascondiglio e con Nico Rosberg ottengono la miglior prestazione della sessione. Nelle seconde libere il tedesco ha ottenuto un crono di 1:34.647 con 31 giri effettuati, due in meno rispetto al compagno di squadra Lewis Hamilton, autore di un tempo a 115 millesimi da Rosberg. Trenta giri e tanti stint, dei quali quattro con gomma soft per Kimi Raikkonen a cinque decimi dalle Mercedes, il finnico sta davanti al compagno di team Sebastian Vettel staccato di 103 millesimi. La Williams di Valtteri Bottas si conferma veloce appena dietro alle quattro vetture di testa, lo segue l’australiano Daniel Ricciardo su Red Bull ed un promettente 7° tempo di Pastor Maldonado, mentre l’altra Lotus guidata da Romain Grosjean regala solo un 13° tempo nel giorno del compleanno del francese che nel mattino aveva lasciato il volante al giovane campione GP2 Jolyon Palmer. Nasr, Kvyat e Massa chiudono la top dieci con distacchi superiori al secondo dal leader, Fernando Alonso continua sul ritmo promettente mostrato già nella prima sessione, lo spagnolo è 12° a 1.5 da Rosberg. Va male, anzi malissimo a Jenson Button, stamane fermo dopo un solo giri per un guasto sulla sua vettura, nella sessione notturna è successa la stessa identica cosa per poi rivedere l’inglese in pista nel finale con 15 giri percorsi a sandwich tra le due Manor nella classifica finale di giornata. Da segnalare un contatto tra Perez e Vettel alla prima curva nel finale di sessione con il messicano che danneggia l’ala anteriore del tedesco superandolo mentre usciva dai box. I due saranno investigati dai commissari così come Hamilton e Raikkonen per dei problemi in uscita di pitlane.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Gabriele

Ho sentito che le Ferrari hanno un ottimo passo. È vero?