f1-russian-gp-2016-daniil-kvyat-red-bull-racing-rb12-crashes-into-sebastian-vettel-ferrariL’incidente tra Kvyat e Vettel nei primi metri del GP di Russia ha sollevato diverse polemiche, soprattutto tra gli addetti ai lavori. La troppa e ingiustificata irruenza del russo ha compromesso la gara di Vettel, finito contro le barriere dopo aver subito ben due tamponamenti da Kvyat: il russo si era giustificato affermando che Vettel aveva frenato troppo in fretta e questa dichiarazione non è passata inosservata in Ferrari, tanto da innervosire lo stesso Arrivabene che aveva replicato alle accuse del russo: “Certo che rallentato, cosa doveva fare, volare? Va bene sfruttare le occasioni, ma bisogna anche usare la testa. Vettel mi ha detto che è stato toccato la prima volta in modo abbastanza lieve mentre il secondo colpo è stato molto forte: non serve la telemetria per capire se subisci un incidente e rallenti, devi colpirlo nuovamente! In Cina potevo dire che Kvyat aveva svolto il suo lavoro, ma qui no: il suo errore è costato più a noi che a lui.”

Dal paddock di Sochi emerge anche che Kvyat ha telefonato a Vettel per scusarsi dell’accaduto: “Ho detto tutto quello che volevo dirgli. La gente adesso ne parlerà, ma non mi interessa. Ho commesso un errore, ed imparerò da questo sbaglio. Anche noi abbiamo pagato le conseguenze, visto che la Red Bull oggi non ha conquistato dei punti che erano alla nostra portata. Ma penso che archivieremo anche questa vicenda, ne abbiamo già parlato. E’ stato solo un errore umano”. Un’errore che a Kvyat è costato uno stop and go durante la gara e 3 punti sulla patente.

 

 

 

 

1 commento

  1. Ma… Penso che” ky.vatt” abbia pensato che vettel avrebbe frenato piu avanti per poi allargare e dare strada,e che poi la seconda(anche se sarebbe la terza vedi dopo la tamponata ha rischiato di fare ala ruota)tamponata pensava che vettel fosse solo. La colpa e di ricciardo che se lo porta sui kart amatoriali con i paracolpi.

I commenti sono chiusi.