vettelLa Ferrari di Vettel è prima nella seconda sessione di prove del Gran Premio del Messico. Il pilota tedesco è riuscito a mettere la Ferrari SF16-H davanti alle due Mercedes di Hamilton e Rosberg, separati solo di 4 millesimi di secondo. Quarta l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen. L’Autodromo Hermanos Rodrìguez è rimasta sporca e fredda per tutte e due le sessioni di prove.  La scarsa aderenza ha fatto si che la gomma più efficacie sia la Red SuperSoft, che limita i problemi di assenza di grip meccanico.  Rispetto alle prove del mattino, le temperature sono cresciute fino a raggiungere i 16 gradi.  Una difficoltà in più per tutti i team che trovano meno grip rispetto alle condizioni in cui si è corso nel 2015, falsando gli unici dati che hanno a disposizione le squadre per mettere appunto la macchina.  Sottotono Nico Rosberg, nel Gp in cui di potrebbe laureare campione del mondo. Il tedesco della Mercedes non è riuscito a trovare il ritmo giusto.  Oltre al compagno che si trova davanti deve fare i conti con una rinata Ferrari con Vettel che ha mostrato un ottimo passo gara anche con le gomme preferite dalla Mercedes le White Medium oltre che con le ottime SuperSoft. A fine sessione il ferrarista si è detto particolarmente ottimista per un ottimo risultato domenica. Continua il momento positivo della Toro Rosso con Carlos Sainz con il nono tempo, mentre Kvyat l’undicesimo per un problema alla power unit. Il duello con la McLaren, già visto ad Austin con Alonso in Messico decimo.

Daniele Amore