Doppietta di Dani Pedrosa

Doppietta di Dani Pedrosa  che ripete la bella prova delle prove libere del mattino , che erano bagnate, nel pomeriggio sull’asciutto, 1.39.420 il miglior corno del campione spagnolo .

A sorpresa si inserisce fara Dabi Pedrosa e Cal Crutchlow , rispettivamente primo e secondo nelle libere del mattino , Jack Miller , anche se staccato di ben mezzo secondo dal pilota spagnolo, Cal Crutchlow lo segue da vicino a 0.081.

Ottimo Jorge Lorenzo che qui con la Yamaha dal 2015 detiene il record della pista, con anche lui subito dietro un’altra Ducati quella di Danilo Petrucci, Maverick Vinales sesto divide le successive due Ducati di Alvaro Bautista settimo ed Andrea Dovizioso ottavo.

Le condizioni climatiche sono mutate in meglio nel pomeriggio andaluso. Pedrosa conferma la sua competitività al quarto GP della stagione e dopo metà sessione pomeridiana è già davanti. Quello che non riesce al compagno di box Marc Marquez. Il campione del mondo in carica chiude le sue libere come quattordicesimo della combinata a 1,4s dal collega.

A meno cinque minuti dalla fine Jorge Lorenzo risale con un balzo la classifica delle basse posizioni e in due passaggi comanda la classifica. Solo il primato di Pedrosa e la rimonta di altri piloti gli faranno chiudere le libere in quarta posizione.

Come già brevemente accennato la miglior Yamaha è quella ufficiale di Maverick Viñales  che alla fine sarà sesto pagando un ritardo di 0,9s dal connazionale, fra l’altro sarà protagonista anche di una caduta alla curva 9.

Più arretrato il suo compagno di scuderia Valentino Rossi che lavora in vista delle qualifiche nonostante le condizioni variabili del primo giorno a Jerez. Il Dottore chiude dodicesimo.

I piloti Monster Yamaha Tech 3 si piazzano al tredicesimo e al quindicesimo posto con Jonas Folger che fa un pochino meglio di  Johann Zarco.

Per Andrea Iannone un ritorno in Europa che inizia con delle difficoltà e chiude le prime libere con il sedicesimo tempo. Per il collaudatore Takuya Tsuda un lavoro con le nuove carene aerodinamiche nel corso della FP2.

La FP2 di Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) è segnata da una caduta alla curva 9,  ma il pilota catalano metterà a referto il decimo crono davanti alla KTM del fratello Pol.

La classifica delle FP2 della MotoGP a Jerez:

Doppietta di Dani Pedrosa

2 Commenti

  1. Ma Pol Espargaro ha tagliato mezza pista per fare quel tempone??
    Grande KTM!! Ottimo miglioramento con il motorino nuovo

I commenti sono chiusi.