Max Biaggi e Dorna (o solo Ezpeleta) non si sono mai amati, non è una novità. Sono passati anni dall’addio di Biaggi al Motomondiale (ricordiamo tutti come finì la stagione 2005) ma evidentemente qualcosa brucia ancora.

Dopo aver concluso la carriera in Superbike vincendo due titoli con la Aprilia, Biaggi si è dedicato a fare il manager. Ha iniziato con il CIV e la Mahindra, esperienza forse da rivedere e assestare, e si voleva approdare al Mondiale.

Il colosso indiano ha poi fatto dietrofront decidendo di investire le sue risorse sportive nella FormulaE, ma Biaggi non si è scoraggiato e ha fatto di tutto per farsi trovare pronto in vista del Mondiale 2018.

Il romano ha quindi trovato l’appoggio della KTM, i posti in griglia parevano esserci per la sua squadra vista la possibile defezione del Team Ajo che invece proseguirà, e c’erano pure i piloti: Darryn Binder e il talentuoso spagnolo Jaume Masia che proprio nel GP in Austria ha fatto vedere ottime cose ed è stato opzionato dal romano già a inizio estate.

Proprio in Austria la brutta sorpresa: pare che per Biaggi e il suo Team le porte del mondiale siano chiuse perché non ci sono posti disponibili.

Le regole di iscrizione a questo punto sono da chiarire: da quanto emerge la lista dei richiedenti iscrizione viene valutata di stagione in stagione, e in particolare per i nuovi team pare che i posti disponibili siano pochi.

Rimane da chiedersi allora perché prima si da un assenso ad un team manager (Biaggi si è mosso, e bene, sicuramente dopo qualche rassicurazione e non di certo alla cieca) per poi negare tutto qualche settimana dopo una volta che il Team pareva bello e pronto.

Ezpeleta da quanto riportato sulla Gazzetta dello sport ha detto di “non aver detto ne no ne si a Biaggi”, ma il manager romano è apparso scettico e non ha voluto rilasciare ancora nessuna dichiarazione se non “Almeno sono stato tra i primi a riconoscere il talento di Masia”.

Il comitato di selezione composto da Dorna, FIM e Irta si riunirà proprio durante il GP di Silverstone per valutare i team 2018, ma le chance senbrano essere veramente poche. Biaggi nel frattempo ha già liberato i piloti.

C’è chi, malignamente, vede lo zampino del Team Sky, anch’esso KTM, nello sgambetto al romano, ma si tratta di chiacchiere da box. Vedremo se accadrà qualcosa di sorpendente o no.

10 Commenti

  1. Che dire, a Rossi permetterebbero di entrare con un suo team in MotoGP senza manco sapere con che moto e quali piloti mentre a qualcun altro un pò meno accondiscendente gli sbatte la porta in faccia per un posto in Moto3 con KTM e piloti “pesanti”…

  2. Infatti…per di più nel mondiale Moto3 ci sono team con piloti che diciamo non spiccano per velocità…ma per portafogli. Davvero una scelta assurda

  3. Mah!!! Max fino a un mese fa era piu’ morto che vivo….non credo che abbia avuto tutto sto tempo per pianificare bene un suo ingresso nel circus!

  4. Ciao Smeriglio- E chi è che se ne occupa, il babbo Pietro? 🙂
    Scherzi a parte, l’ho saputo solo ieri del progetto di Max,dopo l’uscita della notizia del rifiuto da parte di Dorna.Per quello mi viene da pensare che si siano mossi un po’in ritardo e manchi qualche tessera al mosaico. Non credo sia un problema di soldi, ha ancora una buona visibilita’ Biaggi,farebbe notizia una sua partecipazione nel mondiale e gli sponsor se li trova un team C.. (per fare un esempio) con piloti improbabili , non dovrebbe avere problemi a trovarli un team come il suo. E mi fa strano che uno come lui non abbia fatto casino conoscendo il tipo!
    Poi magari mi sbaglio eh!!

  5. https://www.gpone.com/it/2017/08/28/moto3/marco-bezzecchi-e-prustelgp-insieme-nel-2018.html
    Ritratto tutto quello che ho detto dopo aver letto sta notizia!!!
    Cioè…hanno accettato l’iscrizione di un pilota che non è mai entrato nei primi 15 in 2 anni di CEV….4 punti in 12 gare di motomondiale quest’anno, e perdipiu’ con un team col nome da negozio di salumi….e sbattono la porta in faccia negandogli l’iscrizione al team di Max Biaggi che amato o odiato,comunque avrebbe portato prestigio al campionato e che tra l’altro portava 2 piloti buoni???
    Chi è che comanda???? Non sara’ mica quello che invita la genta nel camper a parlare!!

  6. @3pacchik: Per entrare nel motomondiale non servono i risultati, bastano i soldi.
    Altrimenti come lo inquadreresti Marini? Uno che fra un paio di anni lo vedremo in MotoGP senza aver vinto manco una gara…

I commenti sono chiusi.