Anche Miller si frattura la tibia. Niente Motegi

Fratture, fratture alle tibie come se piovessero! Anche Miller si “è rotto” mentre stava allenandosi venerdì vicino ad Andorra, dove risiede quando è un Europa.

L’incidente è stato definito un “non incidente” persino da Miller: la dinamica dell’incidente infatti è decisamente banale ma ha portato l’australiano a fratturarsi la parte superiore della tibia.

Subito portato alla clinica Dexeus, Miller è stato operato e gli è stata applicata una placca e otto viti per stabilizzare la frattura.

In pratica Miller si è rotto la tibia appoggiando il piede destro mentre a bassa velocità stava perdendo l’anteriore. Lui stesso lo definisce un “non incidente”:

“Ovviamente dispiaciuto di saltare il Gran Premio giapponese per un infortunio sostenuto durante l’allenamento, specialmente perché non è stato nemmeno un incidente! Eravamo fuori a girare e ho messo un piede giù quando ho perso l’anteriore. Nove volte su dieci la motoavrebbe ripreso grip e fine della storia, soprattutto a una velocità così bassa, ma questa volta il piede si deve essere incastrato in qualcosa e ho finito di fratturare la mia tibia destra vicino al ginocchio. L’infortunio è stato stabilizzato con una piastra e alcune viti e riesco già a muovermi, ma è chiaro che non sarò pronto per Motegi. Tuttavia, sono determinato a tornare in moto a Phillip Island e per questo sto lavorando duro col fisioterapista“.

Michael Bartholemy ha detto: “Jack è stato estremamente sfortunato a rompersi una tibia in un incidente apparentemente così innocuo: è stata sfortuna in particolare adesso che abbiamo tre gare vicine tutte extraeuropee, ma Jack ha detto di saltare solo la gara giapponese e che sarà in moto nuovamente per il GP di Australia“.

Lascia un commento