WEC | 6h di Shanghai, vittoria della Toyota, la Porsche campione del mondo

La Toyota TS050 dimostra nell’appuntamento di Cina del campionato del mondo endurance il WEC che la vittoria in casa non era un fuoco di paglia. A dominare sul tracciato di Shangai ci ha pensato la LMP1 #8 di Buemi, Nakajima e Davidson. Un risveglio tardivo della casa giapponese con la Porsche che conquista matematicamente i Mondiali Piloti e Costruttori WEC 2017. Un atteggiamento guardingo quello dei tedeschi che hanno piazzato la LMP1 #2 di Bernhard, Bamber e Hartley in seconda posizione, e l’altra 919 Hybrid #1 di Jani, Lotterer e Tandy, a completate il podio rallentati nelle fasi iniziali di gara per un problema all’acceleratore che li ha costretti ai box, ma decisamente più fortunati della seconda Toyota.

L’altra LMP1 nipponica condotta da José Maria Lopez non ha potuto completare la doppietta Toyota, mancando anche il podio per il sommarsi di problemi tecnici nelle prime fasi di gara per poi completare la pessima giornata con una toccata con un doppiato nell’ultima ora di gara. L’equipaggio #7 infatti chiude in quarta posizione finale, con un distacco di ben 7 giri dal primo regalando il campionato costruttori alla Porsche. Nella categoria LMP2 vince l’equipaggio Senna, Prost, Canal con la Oreca 07, davanti all’Alpine condotta da Lapierre, Negrao e Menezes. Al terzo posto Piquet con un terzo posto acciuffati nel finale con la Rebellion Racing.   Nella classe GTE, la Ferrari festeggia il titolo Mondiale Costruttori con James Calado e Alessandro Pier Guidi pronti per la conquista del titolo piloti in Bahrain.

Daniele Amore

Lascia un commento