24h Daytona | Doppietta di Cadillac, vittorie anche di Ford e Lamborghini, male Alonso

La Cadillac vince la 24h di Daytona, la prima grande endurance dell’anno con l’equipaggio Albuquerque, Borbosa e Fittipaldi, davanti alla vettura gemella condotta da Conway, Curran, Middleton e Nasr. Terzo posto per l’Oreca LMP2 del team Core Motorsport condotta da Duval, Dumas, Braun e Bennet.  Una gara dominata fin dall’inizio, dalla casa americana una volta preso il comando dopo la prima ora di corsa non ha più ceduto la testa fino alla vittoria finale, nonostante qualche difficoltà quando la pista è diventata umido in una delle fasi di gara. Un momento in cui il campione della Indycar Castroneves sembrava poter agguantare la Cadillac in testa.  Un duello durato poco fino a quando Fittipaldi ha romontato le gomme slick al pit per poi approfittare del guaio tecnico all’alternatore alla rivale Acura ARX-05 condotta nel frattempo da Pagenaud. Non avendo di fatto più rivali, la doppietta è stata facile per la Cadillac.

 La gara di Fernando Alonso con il team United Autosport, non è andata benissimo. La Ligier condotta con i due compagni Norris e Hanson, ha dimostrato di avere il passo per stare a ridosso del podio restando nelle prime cinque posizioni.  Poi, un problema tecnico ai freni ha costretto Alonso ad una sosta di 45 minuti, problema che si è presentato in un altra fase della gara con un ulteriore perdita di tempo. Alla fine Alonso è giunto soltanto 34 esimo. Un vero peccato soprattutto considerando che la vettura gemella condotta da Senna, Di Resta, Owen e de Sadeleer ha chiuso con un ottimo quarto posto.  Nella categoria GTLM come era nelle previsioni il team Ganassi ha portato a casa un bella doppietta con la possente Ford GT, la prima condotta da Hand, Dixon e Westbrok, terza la Corvette di Magnussen, Garcia e Rockenfeller, con ben due giri di ritardo dagli avversari. Nella categoria GTD, a vincere è la Lamborghini Huracan GT3 del team Grasser Racing con  Bortolotti, Perera, Ineichen e Breukers, una vittoria spettacolare considerato che la verde Lambo ha dovuto prendere parte alla gara dal fondo dello schieramento per un problema alle verifiche tecniche dopo le qualificazione.  Ma fin dalle prime fasi di gara la Huracan condotta da Perera, si è resa protagonista di una eccellente rimonta poi completata con la vittoria condotta dal nostro Mirko Bortolotti.

Daniele Amore 

 

Lascia un commento