Will Power vince la 500 miglia di Indianapolis, dopo una serie infinita di tentativi, a coronamento di una splendida carriera in formula Indianapolis. Power è anche rappresenta la 72 esima faccia ad essere stampata sul gigantesco trofeo, ed il primo australiano.  Decisive sono state le fasi finali della gara, quando i due rivali principali Servia e Wilson sono stati costretti ad una fermata breve per un rifornimento negli ultimi giri. Una volta avuta pista libera forte di una eccellente strategia per i rifornimenti, Power si è avviato solitario verso la vittoria. Per l’Australiano che negli ultimi anni è sempre stato protagonista del campionato vincendo almeno una gara stagionale, la 500 Miglia pareva essere un tabù, sfatato nell’edizione 2018.  Molte le caution , ben sette interruzioni per incidenti, tutti con più o meno la stessa dinamica. Il primo a finire a muro è Takuma Sato, poi di seguito Tony Kanaan, Helio Castroneves e Sebastien Bourdais ed un incidente ha chiuso anche la carriera di Danica Patrick.

Daniele Amore

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=utrXLYT6yFw]