Pubblicità

Max Verstappen guida la classifica delle prime prove libere sul tracciato di Abu Dhabi in vista dell’ultimo Gran Premio stagionale. Il giovane pilota della Red Bull precede il suo compagno di squadra regalando una doppietta alla Red Bull che fa ben sperare per il team in funzione della gara: nell’era dei turbo ibridi, la scuderia di Milton Keynes non è mai riuscita ad ottenere un risultato di spessore in questo tracciato.

Verstappen precede Ricciardo di quasi mezzo secondo mentre Bottas insegue il duo dei bibitari a quasi un secondo dalla vetta.

Lo stesso Bottas ha battuto il compagno di squadra della Mercedes Lewis Hamilton, che ha usato la sessione per mostrare con orgoglio un numero uno metallico sulla parte anteriore della sua vettura come una tantum per questo fine settimana.

Entrambe le Frecce d’Argento saranno state sorprese di avere due auto tra loro e le Ferrari, con la Force India di Esteban Ocon – l’uomo che ha subito l’ira di Verstappen in Brasile – in quinta posizione, davanti a Kevin Magnussen con la Haas in sesta .

Le Ferrari finsicono settime e ottave, con Kimi Raikkonen, nella sua ultima uscita per la squadra, proprio davanti a Sebastian Vettel. La Renault di Carlos Sainz è nona mentre Magnussen completa la top 10.

In questa sessione del venerdì ad Abu Dhabi hanno girato Antonio Giovinazzi per la Sauber e l’uomo del momento Robert Kubica, che giovedì è stato annunciato alla Williams nel 2019 come compagno di George Russell, una mossa che segnerà il suo primo ritorno in F1 dal 2010. Il polacco si è ritrovato in ventesima posizione, a circa un secondo e mezzo dal compagno di squadra Lance Stroll.

Oltre al testacoda di Sainz, ci sono stati alcuni momenti rischiosi anche per un certo numero di altri piloti. Sia Verstappen che Bottas sono fortunati alla curva 6 e tengono le loro vetture fuori dal muro, mentre un pilota che non è stato così fortunato è stato Marcus Ericsson della Sauber , che ha scavalcato l’erba artificiale passando per la curva 1 e ha fatto scivolare la C37 nel muro, danneggiando l’ala anteriore dalla sua auto. Si spera che il suo ultimo Gran Premio in F1 sia più fortunato di questo venerdi.

Altri due piloti che hanno affrontato il loro ultimo weekend in F1 sono stati i piloti McLaren Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne. Ma entrambi hanno concluso nelle posizioni finali della classifica, davanti solamente a Kubica.

PosNoDriverCarTimeGapLaps
133Max VerstappenRed Bull Racing TAG Heuer1:38.49127
23Daniel RicciardoRed Bull Racing TAG Heuer1:38.945+0.454s19
377Valtteri BottasMercedes1:39.452+0.961s29
444Lewis HamiltonMercedes1:39.543+1.052s26
531Esteban OconForce India Mercedes1:40.102+1.611s26
620Kevin MagnussenHaas Ferrari1:40.235+1.744s21
77Kimi RäikkönenFerrari1:40.417+1.926s24
85Sebastian VettelFerrari1:40.453+1.962s21
955Carlos SainzRenault1:40.588+2.097s21
108Romain GrosjeanHaas Ferrari1:40.663+2.172s24
1110Pierre GaslyScuderia Toro Rosso Honda1:40.671+2.180s17
1227Nico HulkenbergRenault1:41.023+2.532s24
1311Sergio PerezForce India Mercedes1:41.075+2.584s23
1428Brendon HartleyScuderia Toro Rosso Honda1:41.137+2.646s26
1518Lance StrollWilliams Mercedes1:41.493+3.002s22
1636Antonio GiovinazziSauber Ferrari1:41.662+3.171s24
179Marcus EricssonSauber Ferrari1:41.928+3.437s22
182Stoffel VandoorneMcLaren Renault1:42.114+3.623s22
1914Fernando AlonsoMcLaren Renault1:42.313+3.822s16
2040Robert KubicaWilliams Mercedes1:42.992+4.501s26

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com