Pubblicità

Dopo aver dominato la prima giornata di gare, Justin Brayton viene incoronato King of Geneva nella notte del 1° dicembre. Un risultato straordinario che presenta il pilota americano quanto mai pronto e determinato a dimostrare il suo valore anche nel prossimo campionato AMA Supercross.

Day 1

Il 30 novembre si è conclusa la prima prova del prestigioso supercross di Genova. La battaglia è stata fin da subito serratissima tra Justin Brayton, il connazionale dell’Honda Geico Christian Craig e il pilota Husqvarna Zach Osbourne. Il gruppone americano si è staccato fin dalle prime battute di gara dal resto dello schieramento. Osbourne ha comandato per molti giri la gara fino ad una rovinosa caduta che l’ha costretto ad abbandonare la leadership della gara e ad accontentarsi del terzo gradino del podio. Primo non americano nella top 5 è Jordi Tixier, il campione del mondo classe MX2 nel 2014 non è riuscito a tenere a bada l’ondata americana.

Day 2

Il 1° dicembre vede la mancanza della Husqvarna numero 16 di Osbourne dal cancelletto di partenza. La lotta è ancora serratissima tra Brayton e, stavolta, Justin Barcia il quale riesce ad ottenere la vittoria di manche. Brayton termina secondo, ottenendo il minimo piazzamento per venir incoronato King of Geneva.

In SX2 vince Camerob McAdoo a pari punti con Adrien Escoffier. Da notare l’ottimo quinto posto del nostro Morgan Lesiardo.

Credits photo: Motocross.it

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com