Pubblicità

Il team Racing Point F1, nato sulle ceneri della defunta Force India, cambierà nome prima dell’inizio della prossima stagione, come ha confermato il boss Otmar Szafnauer.

L’elenco provvisorio dei partecipanti per la stagione 2019, elenca il nome della squadra e del telaio come Racing Point, ma questo è solo un nome temporaneo in quanto il team di Silverstone sta cambiando l’identità dopo l’acquisizione del team Force India avvenuto questa estate.

Il team si è presentato al Gran Premio del Belgio con il nome di Racing Point Force India ed è stato accettato dalla FIA come un nuovo team, invalidando i punti del mondiale costruttori ottenuti fino alla gara prima.

La FIA desiderava che il team usasse il nome dell’azienda di Lawrence Stroll creata per l’acquisizione del team, al fine di distinguere la nuova organizzazione dalla precedente gestione.

Lo stesso Stroll ammette che non c’è nessun legame affettivo col nome attuale e che stanno ricercando uno adatto per la prossima stagione.

Cambiare il nome di una squadra e/o di un telaio è meno complicato di quanto non fosse una volta, e le squadre non devono più ottenere il permesso della Commissione di F1, e quindi l’assenso dei rivali.

Invece devono solo rivolgersi alla FIA e seguire la procedura corretta.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo A.

C’e’ speranza che cambino anche la livrea?