Pubblicità

Il boss della Toro Rosso, Franz Tost, afferma di essere rimasto scioccato da quanto poca conoscenza specifica della vettura abbia avuto la Honda dopo la sua partnership triennale con la McLaren.

Honda ha iniziato a fornire i motori alla Toro Rosso all’inizio del 2018 e ha segnato il suo miglior piazzamento dell’anno con un quarto posto di Pierre Gasly in Bahrain, alla seconda gara della stagione

Il team ha concluso al nono posto nel campionato costruttori con 33 punti e la Honda ha siglato un accordo per rifornire anche la Red Bull dalla prossima stagione, sostituendo il partner di lunga data della Renault.

“Abbiamo avuto un’ottima collaborazione e abbiamo un ottimo rapporto d’affari”, ha detto Tost ad Autosport.

“Se c’è qualcosa che rileviamo dalla nostra parte, ci sediamo insieme, ne discutiamo e poi proviamo a trovare una soluzione. Quando abbiamo avuto il primo incontro insieme a Honda, sono rimasto scioccato, perché non avevano informazioni relative al telaio o alla centralina. Quando ingaggi un nuovo motorista, prima devi sederti insieme per discutere per scoprire dove si deve lavorare assieme.”

Honda ha dichiarato che la comunicazione che ha goduto con la Toro Rosso è stato il più grande cambiamento fuori pista da quando sono ritornati in F1.

Mentre la McLaren diventava sempre più frustrata con la Honda, Tost ha affermato che Toro Rosso era interessata solo a migliorare la collaborazione.

“La filosofia della Toro Rosso è generalmente quella di essere trasparenti perché il nostro unico obiettivo è avere successo”, ha affermato Tost.

Tost ha ammesso che la squadra era stata messa in guardia per affrontare il 2018 come una difficile stagione di transizione, ma le sue aspettative sono state superate dal motore Honda.

“L’anno scorso ho detto chiaramente che non sarà una stagione facile, a causa di argomenti tecnici che dobbiamo risolvere, ma alla fine devo dire che il propulsore della Honda ha mostrato prestazioni molto migliori rispetto al telaio della Toro Rosso . Ciò significa che le nostre carenze non sono state così tanto sul lato della potenza, ma più sulla macchina e questo ci limitava parecchio mentre la Power Unit era OK.”

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com