Pubblicità

C’era da aspettarselo e l’avevamo detto. Il ritorno di Jeffrey Herlings ha rimescolato le carte per la corsa al titolo MXGP 2019. Sulla pista sabbiosa di Kegums l’olandese trova il suo terreno ideale e mette in scena un avvio di week-end strepitoso, aggiudicandosi la Qualifying Race. Non solo la qualifica, ma anche nella sessione della Free Practice era stata sempre la KTM numero 84 a far registrare il miglior crono. Un rientro con i fiocchi, dopo l’antipasto fatto assaggiare nella durissima Campagna Russa che ha mietuto tante vittime per infortuni più o meno seri.

Jeffrey Herlings dunque ago della bilancia per la corsa al titolo tra Cairoli e Gajser, che oggi hanno sofferto entrambi  nella gara  che sancisce la scelta della posizione al cancelletto di partenza in vista delle due gare di domani. Per il siciliano di Patti un modesto 12esimo posto, dopo una giornata sotto tono, giocata decisamente in difesa ed in affanno. Nella Free Practice Cairoli non è andato oltre il 19esimo tempo, migliorando qualcosa nella Time Practice, al termine della quale faceva registrare il tredicesimo crono limando 2 secondi al precedente tempo.

Fatica anche per Tim Gajser nella gara di qualifica. Lo sloveno chiude decisamente alle spalle del diretto avversario Cairoli al diciottesimo tempo. Un peccato per Gajser, che era stato il più veloce nelle Time Practice ed aveva chiuso con il secondo tempo proprio alle spalle di Herlings la sessione libera.

La cronaca della Qualifyng Race si riduce ad una cavalcata solitaria di Herlings, scattato benissimo in partenza ed artefice di un ottimo ritmo, sostenuto nelle battute iniziali da Jonass. Solo Jasikonis riesce a recuperare qualcosa nel finale, tagliando il traguardo al secondo posto davanti a Tonus, Van Horebeek e Seewer. Settimo il bravo Ivo Monticelli. Caduta invece per Gajser nelle fase iniziali, mentre per Cairoli una gara senza particolari acuti, forse al risparmio in vista delle due gare di domani.

In classe MX2 Jorge Prado precede Olsen e Watson. Michele Cervellin chiude al settimo posto.

In pista anche l’Europeo, già impegnato nella giornata di oggi con le Race 1. Nella EMX2T sesto posto per Mario Tamai nella gara vinta da Ken Bengtson. Nella EMX250 vittoria per Roan Van De Moosdijk con il nostro Alberto Forato al terzo posto.

Credito fotografico Youthstream

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com