Pubblicità

Successo per il team Orange 1 FFF Racing Team nella tappa del Blancpain GT World Challenge Europe a Misano grazie ad una grande prestazione fornita da Andrea Caldarelli e Marco Mapelli.

Caldarelli è stato bravissimo nel salire subito dalla terza alla seconda posizione sopravanzando Ricky Collard alla prima curva e poco dopo, al terzo giro, ha preso il comando delle operazioni superando il poleman Charles Weerts.

Da quel momento per l’equipaggio dell’Orange 1 FFF Racing è iniziata una gara tutta in prima piazza, ma una volta effettuata la sosta e salito in abitacolo Marco Mapelli, quest’ultimo si è dovuto difendere dalla pressione di Raffaele Marciello.

Il pilota italiano ha spinto al limite la sua Mercedes ma non è stato in grado di chiudere il divario dalla Lamborghini di Mapelli ed è transitato sotto la bandiera a scacchi con poco meno di 9 decimi di ritardo.

Marciello è così riuscito a conquistare il secondo gradino del podio ma domani avrà la possibilità di riscattarsi grazie alla grande pole conquistata oggi pomeriggio, mentre il terzo posto è stato occupato da un altro pilota Mercedes, Maro Engel.

La gara è stata condizionata da due neutralizzazioni. La prima avvenuta nelle battute iniziali a seguito dell’uscita di pista del poleman Weerts poco dopo l’apertura della pit window, mentre la seconda è avvenuta dopo la chiusura della pit lane a causa dell’impatto contro le barriere dell’Audi di Markus Winkelhock.

Ai piedi del podio hanno chiuso Marvin Kirchhoefer e Collard al volante della Aston Martin Vantage GT3 del team R-Motorsport, mentre il quinto assoluto, e primo in Silver Cup, è stato conquistato da Fabina Schiller e Timur Boguslavkiy.

Bella la rimonta compiuta da Engelhart e Mirko Bortolotti sino al sesto posto conclusivo dopo che il tedesco è stato mandato in testacoda da Simon Gachet nelle fasi iniziali della corsa.

In Pro-Am Cup successo per la Ferrari #52 del team AF Corse affidata ad Andrea Bertolini e Louis Machiels, mentre in Am Cup Wolfgang Triller e Florian Scholze hanno praticamente comandato dal primo all’ultimo giro.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com