Pubblicità

La notizia che non vorresti mai leggere. Soprattutto quando il protagonista, questa volta vittima della cattiva sorte, è un campionissimo del calibro di Antonio Cairoli. Dopo l’assenza marcata nel Round tedesco di Teutschenthal e lo zero in Gara 2 registrato a Kegums, a causa dell’infortunio patito alla spalla destra, per Cairoli si prospetta un altro stop forzato. Il circus MXGP approda in Indonesia per le due tappe a Pelembang e Semarang ed alla vigilia del doppio impegno il pilota KTM ha provato a scendere in pista per testare le sue condizioni fisiche, ma purtroppo ha dovuto cedere al dolore.

Abbiamo provato a fare l’impossibile per rientrare, ma purtroppo non saremo al via delle due tappe indonesiane! Sempre difficile prendere queste decisioni ma serve più recupero e il tempo non era dalla nostra parte!”. Con queste parole affidate ai social media Cairoli ha annunciato la sua impossibilità a schierarsi al cancelletto per provare la rimonta nella corsa al titolo. Titolo che viene sempre più ipotecato da Tim Gajser, che si trova ad amministrare un vantaggio di 83 punti senza il pensiero di dover difendersi dagli attacchi di Cairoli.

Un vantaggio importante, soprattutto in considerazione del fatto che il terzo in classifica, Jeremy Seewer, dista ben 152 lunghezze. Mondiale quindi già deciso? Forse presto per dirlo, ma certo è il fatto che per Cairoli, archiviate le brutte pratiche indonesiane, avrà ancora a disposizione solo sei Round, per un totale di dodici manches per recuperare.

Fuori dai giochi anche Jeffrey Herlings, ancora in ripresa dall’intervento subito al piede destro. Una notizia che era già nell’aria ma che viene ufficializzata proprio alla vigilia della trasferta indonesiana.

Photo archivio @Fabrizio Carrubba

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com