Pubblicità

Il primo appuntamento con la Coppa del mondo FIM ENEL MotoE allo SHARK Helmets Grand Prix de France è un susseguirsi di sorprese e di colpi di scena. Jordi Torres (Pons Racing 40) vince la sua prima gara nella categoria elettrica seguito dal padrone di casa Mike Di Meglio (EG 0,0 Marc VDS) e da Niki Tuuli (Avant Ajo MotoE). Lo spagnolo si porta in testa alla classifica generale con 18 punti di vantaggio dal rivale più diretto dopo l’uscita di scena di Mattia Casadei (Ongetta SIC58 Squadracorse), dell’ex leader della Coppa Matteo Ferrari (Trentino Gresini MotoE) e Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP).

Ci sono state due partenze a causa dell’esposizione della bandiera rossa dopo la caduta di Casadei alla curva 4 del primo giro. Il romagnolo non ha riportato conseguenze ma la sua moto si è danneggiata e non gli è stato possibile ripartire. Dopo l’incidente, i commissari hanno sgomberato la pista da tutti i residui lasciati dalla moto e pochi minuti più tardi si è partiti di nuovo per affrontare cinque giri di una gara sprint.

Al secondo spegnimento del semaforo Ferrari è finito a terra tra le curve 3 e 4, insieme a lui sono altri tre piloti sono rimasti coinvolti: Xavier Simeon (LCR E-Team), Aegerter e Niccolò Canepa (LCR E-Team). Il campione in carica non è riuscito a tornare in pista mentre Aegerter ha cercato di salvare la corsa arrivando 14° ma Torres non ha fatto sconti e si è preso la vittoria.

Di Meglio ha cercato in tutti i modi di raggiungere il leader della corsa ma non ha corso rischi inutili accontentandosi del secondo posto, un risultato molto importante visto che si tratta del suo primo podio del 2020. Anche per Tuuli è un ritorno importante al parco chiuso della MotoE, un risultato che non otteneva da oltre un anno quando vinse il primo appuntamento assoluto con la categoria elettrica nel 2019.

L’ordine di arrivo al traguardo di Gara 1 definirà lo schieramento di partenza per Gara 2, un’altra buona notizia per Torres visto che i suoi principali rivali scatteranno dal fondo dello schieramento.

Josh Hook (Octo Pramac MotoE) è quarto firmando il suo miglior risultato in MotoE, l’australiano ha fatto un’ottima gara terminata ad un secondo e tre dal podio. Tommaso Marcon (Tech3 E-Racing) completa la top 5, mentre Eric Granado (Avintia Esponsorama Racing), Maria Herrera (Openbank Aspar Team), Alejandro Medina (Openbank Aspar Team), Alessandro Zaccone (Trentino Gresini MotoE) e Lukas Tulovic (Tech3 E-Racing) completano la top 10 in una gara ricca di colpi di scena.

Ferrari e Aegerter devono concentrarsi per assicurarsi il titolo ma lo sport ci insegna che fino a quando non si taglia la linea del traguardo tutto è possibile. Per scoprire chi sarà il campione di questa stagione non ci resta che aspettare che inizi Gara 2 a Le Mans. L’appuntamento è per domenica 11 ottobre quando si svolgerà l’ultima gara della MotoE™ del 2020, il semaforo si spegnerà alle 15:40.

I primi 10 classificati in Gara 1: 

1. Jordi Torres – (Pons Racing 40)
2. Mike Di Meglio – (EG 0,0 Marc VDS) – + 0.116
3. Niki Tuuli – (Avant Ajo MotoE) – + 0.557
4. Josh Hook – (Octo Pramac MotoE) – + 1.925
5. Tommaso Marcon – (Tech3 E-Racing) – + 4.296
6. Eric Granado – (Avintia Esponsorama Racing) – + 4.590
7. Maria Herrera – (Openbank Aspar Team) – + 6.514
8. Alejandro Medina – (Openbank Aspar Team) – + 6.201*
9. Alessandro Zaccone – (Trentino Gresini MotoE) – + 11.875
10. Lukas Tulovic – (Tech3 E-Racing) – + 12.419

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments