Pubblicità

La Formula E sta perdendo i pezzi e dopo Audi oggi è il turno di BMW ad annunciare l’addio alla serie elettrica dopo la stagione 2020-21.

Il colosso bavarese ha diramato questo annuncio subito dopo i test stagionali di Valencia, dove Maximilian Guenther è risultato il più veloce della categoria al volante proprio di una BMW affidata al team gestito da Andretti.

In una breve dichiarazione, la BMW ha confermato che si ritirerà dalla serie alla fine della prossima stagione avendo  esaurito le opportunità per sviluppare le sue tecnologie all’interno della Formula E.

BMW è entrata a far parte di FE come team ufficiale nella stagione 2018-19, vincendo alla sua prima apparizione ufficiale con Antonio Felix da Costa a Diriyah e finendo quinto in classifica.

Ha aggiunto al loro palmares altre tre vittorie con Guenther e Alexander Sims nel 2019-20, mantenendo il quinto posto in classifica. Guenther sarà affiancato nella squadra in questa stagione da Jake Dennis dopo la partenza di Sims per Mahindra.

L’uscita dalla Formula E segue il ritiro dal World Endurance Championship dopo la Superseason 2019, mentre non si prevede di fornire supporto ai team nel rinnovato campionato DTM basato su vetture GT3.

“Il nostro viaggio in Formula E sta raggiungendo il traguardo. Dopo sette anni di successi, BMW Group terminerà il suo coinvolgimento nella serie alla fine della prossima stagione. In qualità di partner sin dall’inizio, la BMW è stata determinante nella storia di successo della Formula E.

“Tuttavia, quando si tratta dello sviluppo di trasmissioni elettroniche, il BMW Group ha sostanzialmente esaurito le opportunità per questa forma di trasferimento tecnologico nell’ambiente competitivo della Formula E.

“Poiché il focus strategico del BMW Group si sta spostando nel campo della mobilità elettrica, ora ci concentreremo su un’offensiva di modelli e sulla produzione in serie in grandi quantità con la quinta generazione di BMW E-drive”.

BMW ha sottolineato il suo piano per fornire un impegno completo al team per l’intera campagna FE 2020-2021 prima di dedicare risorse a qualsiasi nuovo progetto.

Il ritiro della BMW arriva due giorni dopo che anche l’ Audi ha confermato che lascerà FE alla fine della stagione , mentre si prepara a cambiare focus con un nuovo programma LMDh oltre a un assalto al Dakar per il 2022.

 

Pubblicità

Rispondi