Pubblico delle grandi occasioni nonostante nuvole minacciose e pioggia caduta nel corso della notte. Il Maggiora Park accoglie gli appassionati con un a pista curata nel dettaglio, ma costretta a diventare una trappola per le gare in programma, in particolare per le categorie dell’Europeo scese in pista nella mattinata per completare con le loro Race 2 il programma di gara. Il GP d’Italia si conferma un grande appuntamento e la giornata premia Tim Gajser nella classe regina e Jago Geerts nella MX2. I due vincono entrambi la prima manche. Lo sloveno ritrova la vittoria con una gara magistrale anche in Gara 2, mentre il belga deve cedere a Tom Vialle, nonostante un grande recupero nel finale. I due piloti si aggiudicano il GP e mantengono il ruolo di Leader dei rispettivi campionati, essendo già arrivati a Maggiora con la tabella rossa montata sulla loro Honda e Yamaha.

MXGP Race 1

Su un tracciato reso difficile dalla pioggia caduta è Tim Gajser ad aggiudicarsi la prima vittoria nella classe regina. Lo sloveno conquista una vittoria non certo facile, sia per via di una pista pesante, sia per il duello che l’ha visto impegnato contro Maxime Renaux, che ha provato a tenere testa alla tabella rossa. Nelle prime battute di gara il comando lo assume Calvin Vlaanderen con la Yamaha, che ha provato anche a tentare l’allungo mentre alle sue spalle Gajser e Renaux iniziavano a studiarsi. Il passo dei due è però superiore e poco dopo la metà della gara passano a duellare in testa alla corsa. Si riprende bene anche Jeremy Seewer, velocissimo nelle battute finali e capace di aggiudicarsi il terzo posto ai danni proprio di Vlaanderen. Chiude la top-five di Gara 1 Pauls Jonas, staccato però di oltre 32 secondi.

MXGP Race 2

Assolo di Tim Gajser, che straccia gli avversari e ottiene una vittoria schiacciante sulle Yamaha di Seewer e Reanaux. La gara però parte con l’holeshot di Ben Watrson e con Pauls Jonass che nelle battute iniziali prende il comando. Ma il passo di Gajser è impressionante e nonostante una partenza che lo vede quinto dopo le prime curve, passa al comando per accumulare un gap che sotto la bandiera a scacchi sarà di oltre 20 secondi su Seewer. Infiamma il pubblico di casa il nostro Alberto Forato, che lotta per il quinto posto. L’errore arriva a metà gara in curva 1, con una scivolata. Forato si alza, perde terreno e si ributta a testa bassa recuperando fino alla 13esima posizione finale. Con la doppia vittoria Gajser si aggiudica il GP ed aumenta le distanze in classifica generale, dove ora comanda con 336 punti davanti a Maxime Renaux (255) e Jeremy Seewer (231).

Tim Gajser

MX2 Race 1

Jago Geerts si porta a casa una frazione caratterizzata da una grande partenza del nostro Mattian Guadagnini, che si porta al comando alle prime curve per poi sbagliare e cadere al tornantino che precede la prima salita al Balmone. Guadagnini cade ed innesca una carambola che coinvolge il gruppo, lasciando Geerts prendere il comando indisturbato. L’italiano si rialza, ma sbaglia di nuovo cadendo e con il manubrio danneggiato è costretto al ritiro. Alle spalle del belga in sella alla Yamaha, si piazza Stephen Rubini, seguito da Isak Gifting. Ottimo Liam everts, quarto, a precedere Tom Vialle, costretto ad un grande recupero dopo aver investito Guadagnini nell’errore alle prime curve. Andrea Adamo si conferma il primo italiano e chiude la top ten.

MX2 Race 2

Nuovo duello Tom Vialle Vs Jago Geerts. Questa volta è il francese a trovare la vittoria. Vialle impone un ritmo che nessuno riesce a sostenere. Solo Jago Geerts lo tiene nel mirino, nonostante il gap importante nelle prime tornate. Il belga però trova una marcia in più nel finale di gara, inanellando giri veloci e ricucendo lo strappo dato da Vialle. La distanza diminuisce a vista d’occhio e nel finale quasi si arriva all’attacco, ma la KTM di Vialle taglia il traguardo in prima posizione lasciando a Geerts il secondo posto a 1 secondo e mezzo. Terzo posto per la GasGas di Simo Laengenfelder. Mattia Guadagnini, primo italiano, è decimo. In classifica generale Geerts guida con 291 punti, davanti a Tom Vialle a sole 6 lunghezze. Terzo in classifica iridata proprio Laengenfelder a 216 punti.

Podio di giornata per la classe MX2

Credito fotografico © Fabrizio Carrubba

Rispondi