Pubblicità

Giornalemotori ha avuto il piacere e l’onore di intervistare Carlo Ametrano, stimato giornalista sportivo nonchè autore anche di un fantastico libro su Ayrton Senna. Abbiamo intrapreso una chiacchierata sulla Formula 1 e su come sta andando questa stagione.

Carlo ci ha dato la sua opinione e i suoi punti di vista, che sono molto simili alle opinioni che abbiamo noi in redazione. Ringraziamo Carlo per il tempo che ci ha dedicato e per questa chiacchierata sotto l’ombrellone.

D: Ciao Carlo, allora, una domanda subito a bruciapelo: che giudizio ti sei fatto su questa prima parte del Campionato di Formula 2022?

R: Allora, la prima parte della stagione ha visto la Red Bull più cinica mentre ha deluso tantissimo la Ferrari. Hanno la macchina più forte ma non hanno saputo approfittarne nonostante la superiorà tecnica ma il muretto si dimostrato imbarazzante in certe occasioni. Mi aspettavo qualcosa di più dalla McLaren mentre ha fatto bene Alonso su Alpine. AlphaTauri e Alfa Romeo hanno fatto l’altalena in questa gare, mancando di costanza nei risultati.

D: Come si comporterà la Mercedes nelle prossime gare? Riusciranno a scalzare la Ferrari dal secondo posto?

Con la nuova direttiva della FIA che va in atto in Belgio, si metteranno alla pari di Red Bull e Ferrari e arriveranno al 2° posto sicuramente anche perché la Ferrari è in crisi, oltretutto adesso con i motori dovranno essere penalizzati

D: Ferrari: in Ungheria hanno sbagliato come dei dilettanto la strategia. Secondo te, dopo questo, Leclerc può ancora avere fiducia nel team?

R: No, la fiducia è ormai terminata. La Ferrari è una polveriera pronta ad espolodere e penso che Leclerc se ne andrà da Maranello entro un paio di stagioni se le cose non dovessero cambiare. E attenzione, perchè le Mercedes stanno ritornando molto forti.

D: Prima hai detto che ti ha stupito questa parte di stagione di Alonso. Cosa ne pensi che, a 41 anni suonati, si rimette in gioco in un team come l’Aston Martin?

R: Alonso è come il vino, non invecchia mai.

Pubblicità

Rispondi