Pubblicità

Jack Doohan vince la sua terza gara della stagione mentre Théo Pourchaire è costretto al ritiro anticipatamente.

Drugovich ha condotto il gruppo con un certo margine non appena le luci si sono spente dopo un inizio difficile per quelli dietro di lui. Enzo Fittipaldi e Logan Sargeant hanno fatto una partenza a rilento, il che ha successivamente aperto le porte a Jack Doohan al quarto posto.

Théo Pourchaire si è tirato fuori pista per un problema meccanico al terzo giro della gara. Una sfortunata svolta di eventi per il contendente al campionato che cercava di continuare a colmare il divario tra sé e Drugovich.

Dopo aver lottato con Liam Lawson per la quarta posizione, Fittipaldi è stato il primo dei piloti di testa a rientrare ai box all’8° giro, seguito da Sargeant e altri cinque. Il quartetto di testa invece è rimasto fuori.

Lawson alla fine è rientrato ai box un giro dopo, ma la usa sosta è stata relativamente lenta ed è uscito davanti a Fittipaldi per la lotta del quarto posto. La coppia è riuscita a battere David Beckmann che era davanti a loro prima delle fasi del pit stop.

Il vantaggio è passato di mano quando l’undecut si è rivelato decisivo a Spa poiché la sosta a solo un giro prima ha dato a Doohan il comando della gara. Il divario tra i due era di oltre quattro secondi alla fine del 12° giro quando Drugovich faticava a far entrare in temperatura le gomme.

Amaury Cordeel e Marino Sato hanno retto Doohan e portato il divario tra lui e Drugovich a meno di un secondo. Alla fine, Doohan è riuscito a mettere una certa distanza tra se stesso e il leader del campionato, ma la difesa di Cordeel sembra aver danneggiato le gomme di Doohan.

Richard Verschoor si è fermato ai box al 17° giro come pilota di testa della strategia alternativa. È uscito in nona posizione e ha mostrato subito il suo ritmo con più settori viola. Al 20esimo giro, si è fatto strada fino alla quarta posizione e ha iniziato a guadagnare otto secondi di distacco tra lui e Lawson.

Un Campos bloccato in pista ha portato fuori la Virtual Safety Car al penultimo giro della gara. Lirim Zendeli si è tirato a lato della pista alla curva 9 per quello che sembrava un problema meccanico.

Doohan ha tenuto a bada Drugovich per prendere la bandiera a scacchi. Dopo essere arrivato secondo nella Sprint Race di sabato, il giovane australiano ha disputato una gara impressionante il giorno dopo per fare il gradino più alto. Sarebbe stato raggiunto sul podio dal leader del campionato per __ punti e dal vincitore di ieri, Lawson, che è stato in grado di tenere a bada un Verschoor in carica.

PosPilotaTeamTempo di garaDistacco
1DOOHANVIRTUOSI0:52:16.133
2DRUGOVICHMP0:52:18.075-0:0:1.942
3LAWSONCARLIN0:52:24.847-0:0:8.714
4VERSCHOORTRIDENT0:52:28.612-0:0:12.479
5FITTIPALDICHAROUZ0:52:36.614-0:0:20.481
6SARGEANTCARLIN0:52:37.399-0:0:21.266
7BECKMANNVAR0:52:38.498-0:0:22.365
8IWASADAMS0:52:38.631-0:0:22.498
9VIPSHITECH0:52:40.032-0:0:23.899
10NOVALAKMP0:52:40.879-0:0:24.746
11VESTIART0:52:47.134-0:0:31.001
12HAUGERPREMA0:52:53.604-0:0:37.471
13ARMSTRONGHITECH0:52:55.889-0:0:39.756
14BOSCHUNGCAMPOS0:52:56.816-0:0:40.683
15SATOVIRTUOSI0:52:59.851-0:0:43.718
16WILLIAMSTRIDENT0:53:1.816-0:0:45.683
17CORDEELVAR0:53:8.376-0:0:52.243
18CALDERONCHAROUZ0:53:13.517-0:0:57.384
19NISSANYDAMS0:53:18.960-0:1:2.827
20DARUVALAPREMA0:54:2.491-0:1:46.358
21ZENDELICAMPOS0:46:32.752DNF
22POURCHAIREARTDNF

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi