Pubblicità

Una strepitosa 50° edizione in quel di Verona per l’equipaggio di casa FPF Sport a bordo della Citroen C3 Rally2 rossa, una prestazione che ha rispecchiato la grinta, la determinazione e la bravura alla guida per la coppia Crugnola – Ometto, che si laurea Campione d’Italia 2022 già dalla vittoria della power stage del venerdì grazie ai punti aggiuntivi ottenuti. Non è bastato questo per rallentare il duo che, si è imposto per tutto l’arco della gara sugli avversari vincendo tutte le prove speciali del venerdì e del sabato, creando terra bruciata attorno a sè; Una prestazione maestosa che attesta le qualità dell’equipaggio.

Gli unici che si sono avvicinati ai vincitori della gara sono stati Giandomenico Basso in coppia con Lorenzo Granai, i quali terminano il rally in seconda posizione assoluta a 40.0 secondi di distacco a bordo della loro Hyundai i20 Rally2 curata dal team Friulmotor. Miglior risultato stagionale che assegna loro la terza piazza assoluta nel Campionato CIAR 2022.

Terzo Posto al Rally Due Valli per Stefano Albertini e Danilo Fappani su Skoda Fabia Rally2 con un distacco di +1:19.1 . Di seguito troviamo il russo Nikolay Gryazin, un buon Tommaso Ciuffi ed in sesta piazza assoluta Damiano De Tommaso a +2:20.4 , secondo assoluto nella classifica piloti CIAR 2022.

Un weekend di gara meno dolce invece per alcuni equipaggi, vittime purtroppo di una “moda” degli ultimi anni che si è vista proprio nelle ultime tappe di campionato; Stiamo parlando delle forature “sospette” e dei chiodi presenti in alcuni “taglia” nelle PS, i quali hanno creato disagi a più di qualche pilota, come ad esempio Simone Campedelli o Davide Nicelli, entrambi in lotta per i rispettivi titoli e che hanno accusato il danno subito, condannandolo sui social con foto e video a riguardo. Episodi così pensiamo non dovrebbero in nessun modo riguardare il mondo dei rally, capaci di sfalsare un campionato e rendere vani gli sforzi ed i sacrifici di piloti, team e sponsor, oltre a danneggiare la credibilità del campionato stesso.

Tuttavia, malgrado qualche amarezza derivata da queste situazioni poco piacevoli, è stata una grande edizione quella del Rally di Verona, che ha celebrato i suoi 50’anni con la vittoria conclusiva del Campionato Italiano Rally della coppia Crugnola – Ometto in Piazza Brà davanti ad un caloroso pubblico e con l’arena di Verona sullo sfondo a fare da cornice a questo magico finale di stagione.

Foto: Pro One Media / L.Martincich / A.Jez

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com