ADS1
Home Formula 1 La Aston Martin presenta la AMR24.

La Aston Martin presenta la AMR24.

ADS1
ADS1

Prima che le monoposto di F1 inizino a misurarsi contro il cronometro nei test pre-campionato in Bahrein (dal 21 al 23 febbraio), questa settimana i pesi massimi del “Grande Circo” svelano le loro armi. La prima, l’Aston Martin, che ha presentato oggi la sua nuova vettura, la AMR24, con la quale Fernando Alonso (e il suo compagno Lance Stroll) vogliono fare un altro passo avanti per avvicinarsi ancora di più ai vertici.

L’asturiano, in una precedente conferenza stampa, è rimasto con i piedi per terra, ricordando quanto la griglia sia tremendamente paritaria e che fino a quando le vetture non verranno misurate sull’asfalto nei test e nei primi appuntamenti , è impossibile sapere dove saranno tutti. 

Naturalmente, sia il Team Principal della squadra, Mike Krack, sia il direttore tecnico e grande cervello di questa vettura, Dan Fallows, così come lo stesso Fernando Alonso, erano fiduciosi di aver approfittato del grande apprendimento dell’anno scorso per fai “un passo avanti” con l’ AMR24 . 

“Direi che l’AMR24 rappresenta una grande evoluzione della vettura dell’anno scorso e ha un aspetto molto diverso, con molte nuove parti che ci forniscono una solida piattaforma per lo sviluppo. Le diverse cose che puoi vedere sono il naso e l’ala anteriore. Anche il telaio è nuovo,” ha affermato Fallows in una conferenza stampa. 

Inoltre, da segnalare che Aston Martin ha effettuato una revisione delle fiancate e della carrozzeria per migliorare la gestione del flusso d’aria intorno al suolo e sopra l’alettone posteriore. 

“La sospensione anteriore è simile nella disposizione, è ancora ‘push-rod’, e abbiamo una nuova sospensione posteriore della Mercedes perché utilizziamo il loro cambio (e motore) e questo caratterizza la struttura della sospensione posteriore. Ci sono cambiamenti nella le sospensioni posteriori ma l’anteriore sono molto simili”, ha aggiunto l’ingegnere, arrivato all’Aston Martin dopo essere stato il numero 2 alla Red Bull per il guru della F1 Adrian Newey.

E, naturalmente, la cosa più importante è ciò che non si vede: il fondo dell’auto, la zona che fornisce il maggior carico aerodinamico alle auto attuali. 

Il fondo è l’area più grande in cui si genera carico aerodinamico su una vettura di F1 ed è in continua evoluzione. Farlo bene sarà di vitale importanza per il nostro successo nel 2024 “, ha ricordato Fallows.

Tutto questo è stato creato con obiettivi chiari: il primo, migliorare la velocità in rettilineo . Il secondo, migliorare le prestazioni nelle curve veloci . Il terzo, mantenere i punti di forza dello scorso anno . Il quarto, fa sì che l’auto si comporti in modo più coerente su più tipi di piste. Inoltre,  gettare le basi perfette in modo che la squadra non ristagni nell’evoluzione della vettura durante tutto l’anno. Tutto questo è esattamente ciò che Fernando Alonso ha chiesto pubblicamente alla squadra l’anno scorso. In fabbrica hanno lavorato con questo obiettivo e sono soddisfatti del frutto di tanto impegno. 

Vedremo dove saremo. L’auto è migliorata un po’ in tutte le aree. In termini di resistenza (dell’aria), la vettura è migliorata leggermente nei rettilinei, che era un punto debole l’anno scorso. Anche nelle curve veloci l’anno scorso non eravamo molto competitivi, quest’anno sembra che lo saremo di più. E dobbiamo mantenere un po’ i punti di forza che avevamo nel 2023, ovvero la trazione, la cura delle gomme, c’erano cose che spero non abbiamo perso in questa macchina e possiamo essere forti. Ma ehi, il lavoro è finito e finché non lo confrontiamo con gli altri non sai mai se è abbastanza buono”, ha detto Fernando Alonso.

“Un altro aspetto su cui ci siamo concentrati è stato l’ampliamento dello spazio disponibile della vettura. Ci siamo concentrati su una maggiore versatilità per una gamma più ampia di caratteristiche specifiche del circuito. Vogliamo un’auto da corsa che sia più versatile.

Siamo orgogliosi di far debuttare l’AMR24. Quasi ogni aspetto della vettura è stato perfezionato e migliorato, sfruttando i nostri punti di forza e assimilando le lezioni della stagione precedente. Il 2023 è stata la nostra migliore stagione fino ad oggi e il nostro obiettivo in questa stagione è segnare punti con coerenza, podi e lotta per la nostra prima vittoria in verde“, ha detto Mike Krack.

Va ricordato che l’Aston Martin ha chiuso l’anno dietro a Mercedes, McLaren, Ferrari (e Red Bull, molto più avanti). Ciò significa che l’Aston Martin è partita in svantaggio in quanto ha dovuto tagliare più tempo agli avversari. “Non credo che abbiamo colmato queste lacune”, ha detto Fernando.

“Quello che abbiamo fatto l’anno scorso vincendo un secondo e mezzo da una macchina all’altra, è stato una volta nella vita, credo. Ora ci saranno pochi decimi tra un anno e l’altro e quei decimi non so se basteranno a colmare il gap che c’era già con loro l’anno scorso. Dovremmo guadagnarci quei decimi che abbiamo preso l’anno scorso più quelli normali che si guadagnano in un inverno. E non so se siamo arrivati a quel punto. Ma sarà una stagione lunga”.

“Non si tratta solo della prima gara, del modo in cui partiamo e delle prestazioni che vediamo in Bahrain, ma ci saranno molti miglioramenti. L’anno scorso lo abbiamo visto ad Abu Dhabi in pochi decimi, in meno di un secondo l’intera griglia era e questo significa che quest’anno sarà tutto molto combattuto. Quindi, a parte la prima gara, la squadra che porta uno o due decimi ogni due gare avrà un enorme vantaggio perché farà passi da gigante in termini di posizioni in griglia”.

Anche in questo caso, gli sviluppi nel corso dell’anno saranno cruciali.

Un’auto con più opzioni per evolversi

L’anno scorso, nella prima stagione dell’asturiano nel team di Silverstone, il team si è posto l’obiettivo con la prima vettura realizzata da Dan Fallows di gettare le basi della monoposto e adattarla a un nuovo regolamento che nel 2022 non hanno capito bene con il loro primo concept fallito. Volevano un’auto competitiva su cui continuare a crescere. E ci sono riusciti. Hanno colpito nel segno e messo in scena un salto sorprendente e inaspettato, iniziando la stagione con la seconda miglior vettura dietro la Red Bull, che ha permesso a Fernando di salire regolarmente sul podio al via, con 5 podi nei primi 6 round (8 podi nel totale dell’anno).

Poi, Ferrari e Mercedes hanno sviluppato ulteriormente le loro vetture e il team di Silverstone ha ristagnato nella sua evoluzione, un punto debole che vogliono migliorare per quest’anno insieme ad aspetti chiave del concetto della vettura. In tal senso, Dan Fallows ha chiarito che, dopo i molteplici insegnamenti che hanno aggiunto l’anno scorso nella loro stagnazione evolutiva, trovando alla fine una buona strada, una delle loro priorità quest’anno è stata quella di creare una vettura 2024 con una base che permettesse loro di avere un buon margine di sviluppo.

“Siamo contenti del passo che abbiamo fatto l’anno scorso, ma nel corso dell’anno abbiamo sviluppato cose rilevanti per quest’anno un po’ in ritardo. Il nostro obiettivo principale era quello di essere assolutamente sicuri che questa vettura sarebbe stata una buona base per fare evoluzioni durante la stagione. Vogliamo essere altrettanto competitivi nell’evoluzione della vettura nella nuova stagione. Siamo molto concentrati su questo e volevamo una base stabile per continuare a far evolvere la vettura, in modo che, con l’evolversi delle evoluzioni, anche le prestazioni diminuiscano”, ha aggiunto Fallows.

“Crediamo che la AMR24 offra la piattaforma ideale per lo sviluppo durante la stagione e una sfida sostenuta per tutta la stagione”, ha detto Dan, che ha affermato che tutte le auto attuali hanno molto margine di miglioramento attraverso lo sviluppo dei dettagli e che proprio per questo motivo “Red Bull è battibile”.

“Tutti gli esperimenti e le cose che sono successe l’anno scorso sono state a volte lezioni difficili, perché abbiamo preso pochi punti o abbiamo dovuto partire dalla pit lane e una serie di cose che non sono state le migliori, ma anche se sono state lezioni difficili, sono state lezioni che abbiamo messo nella macchina 2024”, ha concluso Fernando.

ADS1

Exit mobile version