Home Formula 1 La Ferrari mette in pista la sua evoluzione per Imola

La Ferrari mette in pista la sua evoluzione per Imola

ADS1
ADS1

La Ferrari vuole continuare a spingere e avvicinarsi alla Red Bull in questa stagione. A tal fine, la scuderia italiana presenterà il suo primo importante pacchetto di aggiornamenti al prossimo Gran Premio dell’Emilia-Romagna, a Imola, a pochi chilometri dalla sede di Maranello. Le Rosse hanno iniziato l’anno molto meglio del precedente, con una vettura che ha finalmente messo fine al suo principale punto debole degli anni precedenti: il degrado gomme. La SF24 è una base molto migliore su cui continuare a progredire, ed è quello che vuole fare Enrico Cardile, capo del reparto telai, con una SF24 che non affonda più la domenica e che spera possa fare un altro importante passo in avanti da Imola. Buone notizie per Carlos Sainz e Charles Leclerc.

Per il momento, questi miglioramenti in cui la Ferrari ha riposto tante speranze sono stati testati per la prima volta sulla pista di Fiorano, approfittando di una ‘giornata di film’ che la ‘Scuderia del Cavallino Rampante’ aveva a disposizione. Il tutto con l’obiettivo di verificare che non ci siano errori di montaggio e comprendere i primi dati di correlazione tra pista e simulazioni.

In queste evoluzioni Ferrari spicca in particolare la presa di raffreddamento laterale dei sidepods. Ferrari ha iniziato l’anno con un ingresso a forma di cucchiaio, con una base più allungata nella parte inferiore. Ora, quel concetto è completamente capovolto. Il cucchiaio è ora rovesciato, con un labbro superiore allungato, nel più puro stile Red Bull, applicando così il concetto di vettura dominante che Adrian Newey ha ideato e implementato nella RB20 di quest’anno.

Inoltre, c’è una riconfigurazione dei sidepods con aperture del radiatore più strette e l’auto dovrebbe avere anche un nuovo fondo, l’elemento che fornisce il maggior carico aerodinamico all’intera vettura, ma invisibile in quanto parte nascosta della vettura. Con questo nuovo background, il team italiano è alla ricerca di maggiori prestazioni e di un miglior bilanciamento da una vettura già competitiva su alcuni tracciati all’inizio della stagione. La Ferrari vuole rispondere al grande pacchetto di migliorie che la McLaren ha presentato a Miami e allo stesso tempo avvicinarsi a una Red Bull che sul tracciato americano è stata diluita ma che a Imola dovrebbe tornare al meglio.

Inoltre, la Ferrari apporterà piccole modifiche all’ala anteriore e posteriore. Anche in piccoli dettagli aerodinamici situati accanto alla testa del pilota, vicino alla cabina di pilotaggio.

A quanto pare la Ferrari aveva previsto di introdurre dei sidepods in stile Red Bull dell’ultima parte dello scorso anno o in stile Aston Martin, ma la Rossa sarebbe riuscita a trovare un’altra direzione, evitando quel passaggio intermedio, risparmiando così una notevole quantità di denaro pensando al budget cap, potendo dirigersi direttamente verso questi nuovi sidepods che monteranno a Imola, alla settima gara dell’anno.

ADS1

Exit mobile version