Alfa Romeo | Già ordinabile la Stelvio Quadrifoglio, SUV dei record da 510cv

Finalmente è arrivato anche il momento dell’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.  Dal punto di vista estetico la Quadrifoglio si distingue per gli sfoghi d’aria sul cofano per il raffreddamento del motore, e le prese d’aria laterali che aiutano l’efficienza degli intercooler.  Al posteriore presenti i quattro terminali di scarico ed una serie di elementi in fibra di carbonio che enfatizzano la sportività del modello come i cerchi di lega da 20″. Gli interni sono impreziositi da allestimenti sportivi  con rivestimenti di pelle ed inserti in fibra di carbonio, i con il sistema d’ infotainment AlfaConnect 3D Nav da 8,8″  compatibile con i sistemi Apple CarPlay e Android Auto.

Dal punto di vista tecnico la conferma del V6 2.9 litri Bi-Turbo da 510 CV e trazione integrale Q4 con un cambio automatico a otto rapporti, una vettura che vale ad oggi il record sul Nurburgring per la categoria SUV.  Il sei cilindri sovralimentato è lo stesso già visto e provato sulla Giulia Quadrifoglio, eroga 510 CV a 6.500 giri/min con 600 Nm disponibili tra i 2.500 e i 5.000 giri/min, per un valore di 176 CV/l. La novità è che sulla Stelvio non è al momento previsto il cambio manuale, ma solo il cambio automatico, comando che ha subito una serie di aggiornamenti per migliorare le già ottime doti di cambiata scese nella modalità Race, a 0,150s. La trasmissione è la già nota Q4,  in condizioni normali di marcia dispone del 100% della coppia motrice al posteriore, ma è in grado di trasferire fino al 50% della coppia all’asse anteriore in base alle esigenze.  La trazione Q4 è accoppiata al differenziale con sistema di ripartizione della coppia Alfa Active Torque Vectoring. L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio dichiara prestazioni per uno scatto sullo 0 a 100 km/h in 3,8 secondi ed una velocità massima di velocità massima di 283 km/h.

Come per la Giulia anche per la SUV c’è stata una particolare cura per contenere il peso che si attesta anche essendo una SUV medio grande a 1.830 kg, il che consente alla Stelvio Quadrifoglio di vantare un ottimo 3,6 kg/CV, come rapporto peso/potenza.  Le prestazioni maggiorate possono contare sulla sicurezza garantita dall’impianto frenante con IBS. Un sistema che integra le funzioni di ripartizione della frenata e dell’ABS,  al controllo di stabilità per una frenata sempre al massimo dell’efficienza e del controllo omogeneo anche su fondi differenziati, con la possibilità di contare sulla frenata autonoma in caso di emergenza con riconoscimento dei pedoni. In un secondo momento saranno disponibili anche il preziosissimo impianto frenante carboceramico, i quali oltre ad una maggiore efficienza, garantiscono un peso ulteriormente ridotto di 17 kg rispetto ai freni tradizionali, tutto a vantaggio della riduzione di speso delle masse non sospese.

l’Alfa Chassis Domain Control combina il funzionamento dell’Alfa DNA Pro con l’ Alfa Active Suspension unito all’azione dell’ESC garantendo sempre la massima stabilità di marcia enfatizzando al massimo il piacere di guida. Il controllo delle funzioni di guida della Stelvio Quadrifoglio sono gestite tramite appositi comandi posizionati all’interno sia sul manettino, che attraverso l’ Alfa Connect.  La Stelvio Quadrifoglio parte da un prezzo di 95 mila euro e comprende, fanali Bi-Xeno, i fari posteriori a Led, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, videocamera in retromarcia, il climatizzatore automatico bi-zona, il portellone elettrico ed il Lane Departure Warning. Tra gli optional si sono pacchetti che comprendono sedili a regolazione elettrica,  l’impianto audio Harman Kardon da 900 W, il tetto panoramico apribile, l’Adaptive Cruise Control.  L’offerta di colori parte dal Rosso Alfa, e prosegue con il Nero Vulcano, Grigio Vesuvio, Blu Montecarlo, Blu Misano e i due tristrato, il Rosso Competizione e Bianco Trofeo. La Stelvio Quadrifoglio, è già ordinabile presso la rete dei concessionari Alfa Romeo.

Daniele Amore

 

 

 

Lascia un commento