Pubblicità

L’annata dello sloveno non poteva iniziare in maniera migliore. La prima prova degli Internazionali d’Italia a Riola Sardo vede un granitico Tim Gajser conquistare la vittoria in MX1 e nella Supercampione lasciando briciole agli avversari. Debutto stellare per Mitchell Evans alla sua prima apparizione in classe regina. Battaglia tutta Yamaha, invece, per la vittoria in MX2 con un grande Jago Geerts in smacco davanti al pubblico sardo.

MX2

La partenza della MX2 degli Internazionali d’Italia a Riola Sardo vede l’holeshot di Jago Geerts seguito a ruota dal compagno Watson e dalla terza Yamaha numero 959 di Renaux. Partenza non ottima per Guadagnini che arranca in 5° posizione. Posizioni cristallizzate per i primi 5 minuti di gara con Guadagnini che recupera una posizione ma i tre di testa hanno un altro ritmo. Il team Yamaha continua a martellare mentre il nostro Guadagnini fa comparire il suo 101 alle spalle di Renaux.

Maxime Renaux tenta l’attacco a Watson sul rettilineo ma sbaglia l’ingresso alla prima curva e cade a terra. Mattia Guadagnini sfila il francese della Yamaha e si mette alla ricerca del codino della Yamaha di Watson. Watson cerca l’attacco all’interno su Watson con Renaux che, nel frattempo, attacca e passa Mattia Guadagnini. Geerts, nel frattempo, mette una decina di metri fra se e Watson vittima di un errore in uscita di curva dopo la risposta del belga. Vince Geerts davanti a Watson per un pugno di secondi. Chiude il podio Renaux davanti a Guadagnini.

MX1

Un pronti via tremendamente caotico ha regalato a Tim Gajser la holeshot riuscendo a schizzare fuori dal gruppone di testa. Lo sloveno non ha più mollato la leadership della prova andando a vincere con un ampio vantaggio sul compagno di squadra. Mitchell Evans, infatti, ha dimostrato una capacità di adattamento non indifferente nei confronti dei ben più esperti campioni della classe regina. Una sorpresa è stata quella offerta da Ivo Monticelli. Non è una novità vedere il pilota marchigiano lì davanti, tra le posizioni che contano, ma vederlo braccare Gajser fa tutto un altro effetto.

Un calo fisico o, forse, un problema meccanico costringe la KTM 128 a rallentare e perdere non solo il secondo posto ma pure il podio e la top 5. Ivo Monticelli verrà sfilato, infatti, da Seewer, Desalle e Jasikonis terminando davanti ad una grande sorpresa di questa MX1: Alberto Forato. Il veneto terzo classificato all’EMX250 dello scorso anno è arrivato in questa prima prova degli Internazionali d’Italia a Riola Sardo come rookie della MX1 ed ha stupito.

Supercampione

Il pronti via della Supercampione è un disastro. Gajser conquista la holeshot ma la chiusura della linea della prima curva costringe molti piloti a salire sulla montagnola quasi ad investire gli sbandieratori. Mitchell Evans, partito alle spalle di Gajser, è costretto al ritiro in seguito ad una caduta alla seconda curva. Guadagnini e Jasikonis restano imbottigliati ripartendo nelle ultime posizioni. Gajser mette il vuoto fra se e Seewer, anche lui in difficoltà alla partenza. Monticelli è costretto, nel frattempo, al ritiro. La battaglia per il terzo posto infuria con Jago Geerts che deve difendersi da Jonass e da Jasikonis in rimonta dalle ultime posizioni.

Tim Gajser domina la prova davanti a Jeremy Seewer ed a Jasikonis che, nella seconda metà di gara, si prende la terza posizione a danno del compagno di squadra e di Geerts che soffre la differenza di motore. Ottima prova per i due piloti veneti, Michele Cervellin ed Alberto Forato, in rimonta in 8° e 9° posizione.

CLICCA QUI per i risultati gentilmente offerti dagli amici di MXBars.net

CLICCA QUI per vedere i video completi della gara di RIOLA SARDO

Photo credits: Unione Sarda

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com