Dakar: il settimo giorno di gara vede vincitore Yazeed Al Rajhi con la Toyota. Cancellata la tappa per le moto

Giornata di gara cancellata per moto e quad alla Dakar. Lo spettacolo sulla speciale odierna resta quello offerto dalle quattro, e più, ruote (Camion) che oggi hanno percorso i 333 chilometri validi per la classifica. II resto della carovana si è mossa invece su asfalto per raggiungere il bivacco in attesa della partenza di domani, ottavo giorno di gara, che precede la giornata di riposo in quel di Riyadh. La tappa odierna è stato un mix sapientemente alternato di fondi. Si è passato dal terreno duro tra i canyon a quello più sabbioso con passaggi anche impegnativi in diversi wadi.

Tappa che ha messo alla prova la navigazione, con i piloti che, per la prima volta in questa edizione, non si sono trovati la strada già segnata dal passaggio delle moto. In questa situazione ne approfitta Yazeed Al Rajhi, che oggi si aggiudica la tappa. Il pilota alla guida della Toyota ha avuto gioco facile per due motivi. Il primo: essere partito per 39esimo, e quindi avere avuto la possibilità di sfruttare le tracce lasciate dagli avversari. Il secondo: non avere come contendente alla vittoria di tappa Nasser Al-Attiyah.

Il leader della classifica generale è infatti partito nel ruolo di apripista, ma senza alcuna pressione vista la disfatta Audi nella giornata di ieri. Zero rischi e gioco in difesa con l’unico scopo di mantenere la testa della gara, possibilmente fino al traguardo finale. Alle spalle di Al Rajhi si piazza pertanto Vaidotas Zala, staccato di 8 minuti e 54 secondi. Terzo posto ancora per il sorprendente Guerlain Chicherit a +10’ 15”. Giniel De Villiers e Brian Baragwanath completano le prime cinque posizioni.

La gara in difesa di Nasser Al-Attiyah si conclude con il 14esimo tempo. Il gap dal vincitore è di 19 minuti e 12 secondi. È un distacco che desterebbe allarme in una giornata diversa di gara. Ma ormai i giochi sono fatti. A meno di colpi di scena incredibili o di sfortune immense, se Al-Attiyah continuerà a non volere prendersi rischi inutili, la Dakar è già decisa. Non ci sono altri piloti in grado di impensierire il qatariota. Sebastien Loeb paga pegno per le prime giornate di gara. Oggi chiude in nona posizione, ma sempre troppo vicino ad Al-Attiyah nella classifica di giornata e quindi sempre troppo lontano per recuperare il gap e le posizioni che contano in classifica generale.

La truppa Audi non ha più nulla da dire: Peterhansel fuori, Sainz ad oltre 29 ore tra forfettarie, penalità ed il lungo stop di ieri, Mattias Ekstrom che oggi precipita al 129esimo posto con 3 ore ed oltre 21 minuti di ritardo. Audi puntava al podio ed invece è affondata come una corazzata tedesca nel mare di sabbia saudita.

Dakar 2023 – Classifica settima tappa

Moto – tappa cancellata

Auto

1. Al Rajhi – Overdrive Racing – 03H 06’ 23”

2. Zala – Teltonika Racing – +00H 08’ 54”

3. Chicherit – GCK Motorsport – +00H 10’ 15”

Dakar 2023 – Classifica generale

Moto

1. Howes – Husqvarna Factory Racing – +26H 31’ 52”

2. Price – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 01’ 55”

3. Benavides – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 07’ 01”

Auto

1. Al-Attiyah – Toyota Gazoo Racing – +27H 26’ 23”

2. Lategan – Toyota Gazoo Racing – +01H 01’ 04”

3. Moraes – Overdrive Racing – +01H 11’ 24”

Credito fotografico ©Lulop.com