Dakar: la nona tappa segna il ritiro di Barreda e l’incidente di Sainz. Vincitori di giornata Luciano Benavides (moto) e Sebastien Loeb (auto)

I colpi di scena non finiscono mail in questa 45esima edizione della Dakar. Oggi in programma la nona tappa dopo la giornata di riposo a Riyadh. Siamo oltre metà gara. La corsa alla vittoria finale nella categoria moto è apertissima. Tra le auto i giochi sembrano ormai conclusi. Ma lo show va avanti tra drammi ed eroisimi. Nella tappa odierna da Riyadh ad Haradh sono in programma 358 chilometri di speciale e 328 di trasferimento. La speciale prevede un primo tratto di sabbia e poi navigazione sul duro. E nei primi chilometri la corsa perde un altro protagonista.

Cade e si infortuna Joan Barreda, con la sua Honda. Il pilota spagnolo batte forte su fianco e schiena e deve essere soccorso al chilometro 16 dall’elicottero che lo porterà all’ospedale di Riyadh per accertamenti. Le condizioni non sono gravi, ma per Barreda il ritiro è inevitabile. Alla partenza invece della categoria auto ecco il secondo episodio degno di nota della giornata. Bastano solo 6 chilometri e Carlos Sainz con la sua Audi sbaglia l’approccio di una duna ed atterra di punta cappottando sulla sabbia.

Carlos Sainz ed il copilota Lucas Cruz escono dalla vettura, ma per il pilota spagnolo l’incidente lascia il segno. Dolori al petto ed alla schiena costringono l’intervento dell’elicottero per il trasporto in ospedale. Ma ecco il colpo di scena. Carlos Sainz chiede di essere riportato dentro la speciale, in barba ai protocolli di sicurezza. L’elicottero torna al chilometro 6 e lascia il madrileno con Cruz in attesa dell’assistenza Audi per provare a ripartire e concludere la tappa.

Moto

In questa giornata pazzesca trionfa Luciano Benavides con la Husqvarna. Il pilota argentino mette slla spelle Toby Price con la KTM ufficiale, staccato si un minuto ed un paio di secondi. L’australiano recupera terreno in generale su Skyler Howes, con l’altra Husqvarna ufficiale, che paga 2 minuti e 57 secondi sul compagno di team. Perde decisamente terreno un altro dei favoriti: Mason Klein non va oltre il 23esimo posto con un ritardo di oltre 21 minuti che lo staccano dalla lotta di testa in classifica generale. Meglio di lui, ma non al vertice, anche Daniel Sanders con la GasGas, oggi 20esimo.

In classifica generale Skyker Howes conserva il primo posto per solo 3 secondi, un nulla, su Toby Price. Mason Klein scivola invece al sesto posto, davanti al vincitore di tappa Benavides.

Auto

Con un Nasser Al-Attiyah attendo a gestire la gara, la tappa viene vinta da Sebastien Loeb, che così porta per la terza volta i colori del Baharain Raid Xtreme al successo di giornata. Il francese spinge forte e si aggiudica la prova con un vantaggio di 57 secondi su Vaidotas Zala. Ancora terzo Guerlain Chicherit. Il leader della generale invece porta la sua Toyota all’ottavo posto, pagando quasi 9 minuti di gap, che restano però assolutamente ininfluenti in classifica generale.

Con il naufragio dello squadrone Audi (Peterhansel ritirato, Sainz protagonista di un incredibile incidente-rientro), l’unico a chiudere in lotta la tappa è Mattias Ekstrom. Lo svedese oggi è quarto a 5 minuti e 11 secondi da Loeb. Precede Dumas che chiude la top-five di giornata.

Dakar 2023 – Classifica nona tappa

Moto

1. Benavides – Husqvarna Factory Racing – +03H 18’ 44”

2. Price – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 01’ 02”

3. Howes – Husqvarna Factory Racing – +00H 02’ 57”

Auto

1. Loeb – Baharain Raid Xtreme – 03H 07’ 24”

2. Zala – Teltonika Racing – +00H 00’ 57”

3. Chicherit – GCK Motorsport – +00H 02’ 08”

Dakar 2023 – Classifica generale

Moto

1. Howes – Husqvarna Factory Racing – +33H 55’ 57”

2. Price – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 00’ 03”

3. Benavides – Red Bull KTM Factory Racing- +00H 05’ 09”

Auto

1. Al-Attiyah – Toyota Gazoo Racing – +34H 19’ 20”

2. Moraes – Overdrive Racing – +01H 21’ 57”

3. Loeb – Baharain Raid Xtreme – +01H 43’ 08”

Credito fotografico ©Lulop.com