Dakar: decimo giorno di gara. Ancora vittoria per Branch tra le moto e per Loeb, che nella auto prova la rimonta. Ritiro di Loprais dopo la morte dello spettatore investito

Decimo giorno di gara dai toni tristi dopo il drammatico incidente di ieri. Vittima un nostro connazionale che stava osservando da spettatore il passaggio della gara. Ad investirlo l’incolpevole Ales Loprais, che era tra l’altro al comando della classifica generale nella categoria camion. Sconvolto il pilota ceco, che non si era reso conto dell’incidente fino a quando l’organizzazione l’ha avvisato nel cuore della notte. Dai video ripresi dalla action-cam montata all’interno del suo camion Praga si può vedere come lo spettatore non era assolutamente visibile da Loprais o dagli altri membri dell’equipaggio. Il pilota ha deciso per il ritiro, profondamente colpito da quanto accaduto, e si è messo subito a completa disposizione delle autorità.

La cronaca di gara diventa così contorno di una triste vicenda. In programma 738 chilometri con una corta speciale di soli 114 chilometri. Il resto è trasferimento fino al bivacco di Shaybah. Nel veloce tratto cronometrato vincono Ross Branch con la Hero, alla sua seconda vittoria in questa edizione, e Sebastien Loeb, alla sua ennesima vittoria. Il francese prova la rimonta, ma Nasser Al-Attiyah resta per ora inarrivabile.

Moto

Vittoria di Branch e cambio al vertice della classifica generale. Ora in testa alla corsa delle moto, sempre tirata ed emozionante, si porta la KTM di Kevin Benavides, che prende il posto della Husqvarna di Skyler Howes. La tappa veloce contiene i ritardi al traguardo, ma chi sbaglia paga parecchio, avendo poi poca strada per recuperare. Oggi il pilota della Hero fa meglio di tutti e chiude i 114 chilometri in 1 ora e 44 minuti spaccati. Alle sue spalle la Honda ufficiale di Adrien Van Beveren a 21 secondi. Terzo posto per Michael Docherty a 30 secondi. Le KTM ufficiali Red Bull inseguono e mettono nell’’ordine Kevin Benavides (+1’00”) e Matthias Walkner (+01’22”).

Qualche problema invece per Howes e Price, che fino a stamattina si giocavano la leadership con soli 3 secondi di gap. I due arrivano uno in coda all’altro, con l’americano in 15esima posizione a +7’38” che bastano per fargli perdere la testa della corsa. Price lo segue in 16esima posizione a +8’16” da Branch.

Straordinaria oggi la prestazione di Paolo Lucci, sempre il migliore italiano in gara, che oggi chiude con la sua KTM al 13esimo posto di giornata a +6’46”.

Auto

L’unica cosa da fare è provarci. Lo sa bene un combattente come Sebastien Loeb che di certo non è capace ad alzare bandiera bianca. Un vero peccato le sfortune delle prime tappe, perché ora il francese è veloce e preciso. Conquista una nuova vittoria di tappa e rosicchia qualcosa in termini di tempo a Nasser Al-Attiyah. Il divario però è ancora troppo elevato e oltre alla forza di Loeb ci vorrebbe qualche evento straordinario per far colmare il gap con il qatariota. Oggi Loeb chiude in 1 ora 48 minuti e 32 secondi. Nasser Al-Attiyah è quarto e perde solo 5 minuti e 45 secondi.

Al secondo posto oggi la Audi con Mattias Ekstrom. Lo svedese precede Lucas Moraes. Yazeed Al Rajhi chiude la top-five.

Dakar 2023 – Classifica decima tappa

Moto

1. Branch – Hero Motorsports Team Rally – 01H 44’ 00”

2. Van Beveren – Monster Energy Honda Team – +00H 00’ 21”

3. Docherty – HT Rally Raid Husqvarna Racing – +00H 00’ 30”

Auto

1. Loeb – Baharain Raid Xtreme – 01H 48’ 32”

2. Ekstrom – Team Audi Sport – +00H 03’ 04”

3. Moraes – Overdrive Racing – +00H 05’ 22”

Dakar 2023 – Classifica generale

Moto

1. Benavides – Red Bull KTM Factory Racing- 35H 46’ 06”

1. Howes – Husqvarna Factory Racing – +00H 01’ 29”

2. Price – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 02’ 10”

Auto

1. Al-Attiyah – Toyota Gazoo Racing – 36H 13’ 37”

2. Moraes – Overdrive Racing – +01H 21’ 34”

3. Loeb – Baharain Raid Xtreme – +01H 37’ 23”

Credito fotografico ©Lulop.com