La reazione di Maverick Viñales al suo rimediato a Portimao quando ormai aveva in pungo il secondo posto, è quella di un campione e nella lotta per la pole ad Austin di questo sabato ha firmato con due giri record il suo miglior weekend da pilota Aprilia. E sarà il protagonista di una prima fila tutta spagnola con il rookie Pedro Acosta e lo sceriffo di Austin Marc Marquez.

Bagnaia è partito forte per evitare che qualcuno prendesse la sua ruota nel primo stint e Marc Márquez è andato all’inseguimento della ruota del pilota più veloce del weekend, Jorge Martín, che ha tirato come un pazzo ed è caduto alla curva 11. Il primo buon riferimento è stato quello di Maverick Viñales con 2’01″243, miglior tempo del weekend e nuovo record assoluto del circuito, e 0″023 su Marc Márquez che ha chiuso il giro in solitaria dopo aver perso i riferimenti di ‘Martinator’.

Martín ha continuato a spingere come un matto per uscire da quell’undicesimo posto provvisorio quando è caduto alla curva 20 rimediando due cadute in questo pomeriggio. Al termine del primo stint Viñáles, Marc Márquez e Bastianini mantengono la prima fila provvisoria conquistata in quel primo giro lanciato con Aleix Espargaró, Bagnaia e Acosta subito dietro.

Bagnaia, poleman nei due precedenti round di Austin, si è ritrovato a 0″109 dalla vetta quando Viñales ha completato la sua brillante prestazione abbassando il record a 2’00″864 con un giro perfetto, fluido nella zona lenta del tracciato e in totale confidenza in frenata, portando a 0″402 il distacco su Marc Márquez. Pedro Acosta si è piazzato secondo, a 0″328 dal pilota di Roses, a meno di mezzo minuto dalla fine: terzo Gran Premio, ed è già in grado di piazzarsi da solo in prima fila quando nelle categorie inferiori non erano il suo punto forte al sabato.

La sessione di qualifica ci ha riservato le prime due file molto interessanti per le gare di Austin con la squadra tutta spagnola formata da Viñales, Acosta e Márquez nella prima e la Ducati GP24 Bagnaia, Bastinini e il leader Martín che partiranno dalla seconda.

Tutte le Ducati in lotta per la pole position

In Q1, l’ottavo pilota Ducati ancora in partenza, Alex Márquez, secondo alle spalle di Jack Miller, è entrato nella lotta per la pole. Brad Binder è stato lasciato fuori e partirà 17° in griglia, secondo nel Mondiale, ostacolato da una caduta a metà sessione e da una frattura al dito del piede a causa di una caduta in allenamento. Anche il vincitore dello scorso anno Alex Rins, che partirà dal 15° posto, non è passato. Ancora gli ultimi quattro posti in griglia per le quattro Honda, Zarco, Mir, Nakagami e Marini. L’italiano un anno fa con la Ducati era secondo in gara alle spalle di Alex Rins.