Nel corso della sua carriera su due ruote, sia in MotoGP, sia alla Dakar e ora in Superbike, Danilo Petrucci si è fatto male parecchie volte come è solito fare con i piloti motociclistici, ma mai così tanto come nella sua ultima caduta. Mentre faceva motocross giovedì scorso a Cingoli (Italia), una modalità di allenamento molto comune, per preparare il round di Assen del Campionato del Mondo SBK, è caduto a terra e si è fratturato la mascella e la clavicola. Queste lesioni lo hanno portato in sala operatoria e da cui ora si riprenderà a casa.

Perché l’italiano ha lasciato l’ospedale di Ancona dove era ricoverato da allora e ha voluto festeggiare con i suoi follower su Instagram con un video in cui non ha potuto fare a meno di sorridere, e non c’è da stupirsi perché è felice di essere riuscito a uscire vivo da quell’incidente. “Sto meglio, quasi bene. Sono uscito dall’ospedale“, esordisce Petrux, aggiungendo: “Sono molto felice di essere qui. Prima di tutto, perché sono vivo. Per un momento, mentre stavo cadendo, ho pensato che non sarei stato qui a raccontare la storia”.

“La mia mascella ha subito un duro colpo. L’ho rotto in diversi punti, così come la clavicola e la scapola. Sfortunatamente, mi sono anche reciso un nervo della mascella. La mia bocca sarà un po’ storta per un po’ quando riderò. Non posso mangiare, solo liquidi. Quindi per la prima volta nella mia vita perderò peso, ma sono molto felice di essere qui a parlare con voi. Ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto”, continua Petrucci, che ha raccontato la sua disavventura sui social caricando una foto delle sue condizioni in ospedale.

Obiettivo, tornare a Misano

Danilo, 6° nel Mondiale SBK, è appena uscito dall’ospedale e ha superato la parte peggiore di una delle sue cadute più drammatiche, se non la più importante, e sta già pensando a quando potrà tornare in sella alla sua Ducati del Barni Spark Racing Team. Infatti, una data è già fissata: “Vado a casa. Ci vorrà un po’ di tempo, ma penso che ci vedremo a Misano. Ce la farò”