Toprak Razgatlioglu (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) vince per la prima volta al TT Circuit Assen battendo tutti in Gara 2 del Round Pirelli di Olanda valido per il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike. Il turco scatta dalla nona casella, rimonta e poi regala spettacolo insieme all’iridato Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati). Razgatlioglu vince la gara numero 950 nella storia del WorldSBK.

UNA PARTENZA RAPIDA: Razgatlioglu e Locatelli sugli scudi

Il poleman Bautista scatta bene, come anche il suo compagno di box Nicolò Bulega. Ottimo avvio dalla sesta casella per Andrea Locatelli (Pata Prometeon Yamaha) che si porta alle spalle di Bautista. Il lombardo poi viene passato da Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) e Toprak Razgatlioglu (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team), partito nono.

Al sesto giro Razgatlioglu passa Gardner ed è secondo, poi alla fine del settimo giro scavalca lo spagnolo all’ultima chicane grazie a una gran staccata, marchio di fabbrica de ‘El Turco’. La pioggia inizia a cadere all’ottavo giro, Locatelli passa Gardner che però risponde alla tornata successiva. Al nono giro Bautista torna al comando grazie a un gran sorpasso su Razgatlioglu.

ARRIVA LA PIOGGIA

Gardner ha un ottimo passo e all’ultima chicane va al comando con una bella manovra su Bautista che poi viene passato anche da Locatelli, il quale attacca deciso Gardner in curva 8. Bautista mette pressione su ‘Loka’, passandolo all’inizio del 16° giro, con il lombardo che va largo. Alla Geert Timmer Chicane Razgatlioglu passa Bautista, con Gardner dietro ai primi due. Per Toprak questa è la prima vittoria ad Assen e lo stesso vale anche per BMW. Bautista termina secondo mentre Gardner si regala quel primo podio tanto atteso nel WorldSBK. L’ultimo australiano a salire sul podio era stato Troy Corser, nel 2010 a Misano.

Iannone miglior pilota Indipendente, van der Mark penalizzato

Andrea Iannone (Team GoEleven) arriva quarto davanti a Locatelli e Sam Lowes (ELF Marc VDS Racing Team). Michael van der Mark (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) viene penalizzato di tre secondi per non aver perso un secondo dopo un taglio in curva 17 e viene quindi retrocesso al nono posto.

Aegerter settimo, Vierge decimo

La settima posizione va quindi a Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) che precede Bulega, Van der Mark e Xavi Vierge (Team HRC), il quale eguaglia la sua miglior prestazione del 2024.

IN ZONA PUNTI: miglior risultato della stagione per Mackenzie

Tarran Mackenzie (PETRONAS MIE Racing Honda) è 11° e si mette alle spalle Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW), Michael Ruben Rinaldi (Team Motocorsa Racing), Philipp Oettl (GMT94 Yamaha) e Tito Rabat (Kawasaki Puccetti Racing).

FUORI DALLA ZONA PUNTI: Spinelli la sfiora, caduta per Alex Lowes e Rea

Nicholas Spinelli (Barni Spark Racing Team) termina Gara 2 a soli 87 millesimi dalla zona punti, precedendo Bradley Ray (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) e Axel Bassani (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che ha rischiato grosso all’ultimo settore.

Scott Redding (Bonovo Action BMW) è caduto in curva 17. All’inizio del decimo giro si sono toccati Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Jonathan Rea (Pata Prometeon Yamaha), con il primo portato al centro medico e il secondo ripartito e arrivato poi 19° davanti ad Adam Norrodin (PETRONAS MIE Racing Honda).