Pubblicità

Il duello di Motegi tra Rossi e Lorenzo mi ha offerto uno spunto di riflessione e, per una volta, vorrei ribaltare un pochino il solito punto di vista. Che Rossi sia forte nel corpo a corpo è innegabile, ma la domanda è: qual’è il limite della correttezza? Se io do una spallata e il mio avversario cade sono scorretto, ma se lui resta in piedi anche se va fuori è solo uno scontro di gara? Si parla molto del corpo a corpo tra due piloti, e ogni volta che se ne parla guarda caso uno dei due è Rossi. Badate bene, non è una critica a Rossi e nel motociclismo le spallate si danno e si prendono, ma bisogna cercare di distinguere obiettivamente cosa è lecito da cosa non lo è.

Di episodi nella storia recente del motociclismo ce ne sono parecchi, partendo dalla vittoria del mondiale 250 di Capirossi su Harada: il giapponese lasciò uno spazio minimo e Capirossi entrò in curva molto forte. Risultato: Capirossi esce dritto, Harada cade e a fine gara l’italiano viene escluso dalla classifica della gara ma vince il mondiale. La sua manovra fu ritenuta scorretta.

Tra i più contestati c’è il famoso scontro tra Rossi e Gibernau del 2005 a Jerez, con Rossi che all’ultima curva stacca tardissimo e tira una spallata a Gibernau che resta in piedi ma finisce nella sabbia; Rossi vince e Gibernau arriva secondo e le polemiche si sprecano. Io sono dell’idea che senza l’appoggio su Gibernau, Rossi quella curva non l’avrebbe mai fatta, e che quindi quella rientra nelle manovre non corrette. Così come la manovra su Stoner al Cavatappi di Laguna: nonostante i piloti siano rimasti in piedi, non era una manovra corretta non tanto per la pericolosità, quanto perchè Rossi di fatto passò Stoner tagliando una curva.

Trovo invece che le scaramucce di Motegi siano assolutamente corrette, così come mi è sembrato correttissimo il fantastico duello Rossi-Biaggi di Welcom 2004. Io sono stato pilota per diversi anni (certo non ai livelli di Rossi e banda, ma da TT si), e so benissimo che in moto capita di toccarsi. Io stesso ne ho date e ne ho prese, ma mai ho buttato fuori qualcuno, perchè secondo me è scorretto. In SBK ci sono moltissimi contatti ad ogni gara, ma difficilmente si buttano fuori; i contatti duri (come Motegi) ci possono stare, ma già Jerez si è andati oltre.

Bisogna inoltre ricordare che anche Rossi si lamentò parecchio in Turchia qualche stagione fa per il sorpasso a suo dire scorretto di Elias, o addirittura prendersela con Melandri perchè gli “tirava le staccate” non lasciandolo fare il suo ritmo. Elias a quel tempo non era ben visto perchè faceva qualche acrobazia di troppo, ma nonostante qualche contatto con altri piloti non aveva mai abbattuto nessuno e comunque quelle volte che aveva fatto andare fuori qualcuno era stato processato mediaticamente.

Prima di dire o rispondere qualsiasi cosa pensate bene: se fosse stato Gibernau a dare una spallata del genere a Rossi, l’avreste giustificato? Se Stoner avesse spinto Rossi fuori pista cosa gli avreste detto contro? Se in una delle prossime gare Lorenzo sportellerà Rossi per stargli davanti, sarà scorretto oppure saranno solo contatti di gara?

Adesso dite la vostra….

 

Pubblicità

22 COMMENTS

  1. Ha ha!!! Spies il prossimo anno sono sicuro che andrà fortissimo, mi piace quel Texano. Talento puro e umiltà, un gran bravo ragazzo e un velocissimo pilota!
    A Motegi anche a me è parso tutto regolare, ma del resto che dici?

  2. Io non sono copletamente d`accordo.Sai bene che la maggior parte dei sorpassi,soprattutto in staccata,hanno bisogno di un minimo di collaborazione da parte di chi e` superato.Rossi, a motegi, ha superato lorenzo nella sinistra dopo il ponte, costringendolo a rialzarsi.Qualche giro dopo Lorenzo ha fatto la stessa manovra nelle stessa curva, ma Rossi non si e` rialzato.A quel punto Lorenzo (che era un metro avanti)si e` ritrovato esterno nella successiva curva a sinistra, e in quel momento ci si aspetterebbe che quello interno (troppo)chiuda un attimo il gas.Rossi non lo ha fatto,si sono toccati e si e` preso la “sua”traiettoria.Ma il far passare e` a discrezione del pilota.Il fatto e` che Rossi non cade mai in queste situazioni.Vi ricordate Biaggi a Misano con Haga? li` ci provo`,Haga non mollo` un millimetro e caddero entrambi.La famosa spallata di Jerez io la vedo in un altro modo.Li` Sete non chiuse bene (Pedrosa quest anno a Lorenzo lo ha fatto provare da fuori) e quando lo vide arrivare non si rialzo`,se lo avesse fatto, forse, avrebbe avuto modo di ripassare perche` Rossi avrebbe dovuto aprire molto tardi.Non giustifico entrate tipo quelle di barbera al curvone di Misano (dell`anno scorso, ma anche quest anno su DePuniet).Li` si puo` solo buttare fuori quello davanti.Le manovre di Rossi avvengono tutte da vicino.C`e` differenza.Saluti a tutti.

  3. Io sono di quelli che pensano che i panni sporchi tra piloti si lavano in pista..
    Detto questo è ovvio che quando si tira al limite e i due duellanti sono molto forti per forza di cose il contatti ci scappa.
    il problema sollevato è invece è lecito che diventi abitudine da parte di un pilota?
    Io credo di no.
    Una spallata va bene…due spallate fanno una coincidenza…tre spallate fanno una prova..che forse il soggetto comune di tutti i duelli un po si appoggi quando la fisica non lo aiuta.

  4. Sinceramente mi sarebbe dispiaciuto se i duelli di Jerez 2005, Laguna Seca 2008, Motegi 2010 fossero terminati a parti invertite, visto che sono gialla nel cuore e nell’anima, ma affermo con assoluta obiettività che non li avrei certo ritenuti scorretti.

    La fisica non ha aiutato Valentino nemmeno all’ultima curva a Barcellona 2009 e neppure si è appoggiato a Lorenzo…eppure è rimasto in piedi.

  5. Io il sorpasso di Barcellona lo ricordo come uno dei più belli, spettacolari e puliti mai fatti, non mi sembrava che Rossi si fosse appoggiato. Si era fatto un pochino di posto e chiuso le triettorie, nulla di più.
    @rombotti: però se ricordi bene la spallata di Jerez non fu molto da vicino, li Rossi arrivava da qualche metro indietro.
    Mi fa piacere vedere un pochino di movimento, e che ci si può confrontare civilmente senza sbraitarsi addosso!

  6. Una precisazione: la manovra di Capi su Harada fu ritenuta corretta dai commissari, tant’e’ che, anni dopo, Capi riusci’ ad ottenere un risarcimento per il licenziamento subito da Aprilia per una manovra che era da considerare legale a tutti gli effetti, visto che non aveva generato sanzioni da parte dei commissari.
    Poi ovviamente se ne puo’ discutere, ma per me “rigore e’ quando arbitro fischia”!

  7. @benspies11: buongiorno a te…anche secondo me la manovra di Jerez era scorretta e da sanzionare…
    @paolo137: Capirossi nel dopogara, se non sbaglio, venne squalificato ma vinse comunque il mondiale perchè era davanti di 4 punti. Poi il discorso del rimborso per il licenziamento è stato risolto dopo anni. Per me quella manovra era molto ai limiti, una situazione border line…

  8. @paolo137: ho controllato e te lo confermo, Capirossi arrivò secondo ma venne tolto dalla classifica. Se Harada e Capi fossero arrivati 2 e 3, sarebbero finiti a pari punti e avrebbe vinto il giapponese per il maggior numero di vittorie (5 a 2). La gara in questione, il GP di Argentina, venne vinto da Rossi.

  9. Comunque in generale io non mi ricordo di penalizzazioni date ai piloti per scorrettezze. Hanno ammonito Simoncelli per i parapiglia in pista con Bautista e Barbera (buoni anche questi!) e per una manovra (quella di sic al Mugello) che secondo me era sacrosanta,solo che Bautista come lo vide strinse la traiettoria.Almeno io la vidi cosi`.Quella di togliere Capirossi dalla classifica fu praticamente una non-decisione, visto che a togliere Harada dalla classifica ci aveva pensato Loris (eheheheh),quindi a conti fatti non ebbe effetto.Di decisioni “attive” mi ricordo solo la squalifica (giusta) di Capirossi al Mugello per il “fallo da espulsione” su Lucchi in partenza nel `99.Poi non mi ricordo sanzioni a Biaggi per il gomito,a Barbera a Misano,cosi` come Fabrizio su Biaggi in sbk (portimao?) e questo mi fa pensare che il metro di giudizio sia “state attenti a non farvi male”.E loro si regolano di conseguenza,quando ci pensano…

  10. mi pare di ricordare una bandiera nera per Biaggi, da qualche parte, nel motomondiale.
    Ma a questo punto dubito della mia memoria!

  11. @paolo137: si,Cataluna `98.Ignoro` un ride trough per un sorpasso con bandiera gialla.In quello sono abbastanza fiscali…

  12. Esatto Rombotti, un sorpasso fantasma tra lui e Barros, sanzionato in maniera discutibile.
    Anche Rossi fu sanzionato in maniera discutibile per 2 volte per colpa delle bandiere gialle….finchè le mettono nascoste nei punti di staccata, è ovvio che un pilota fatichi a vederle!
    @paolo137: Fabrizio tirò in terra Biaggi a Misano e credo Portimao quando Max era in Ducati Borciani. Ma cascarono entrambi però…

  13. Tornando alla spallata di inizio articolo. E vero che Rossi ha messo la firma nella storia del sorpasso con quello di barcellona. Allora è ancora più inspiegabile il ricorso alla spallata se sa fare certe cose passa comunque in modo pulito e da annichilire completamente gli avversari un sorpasso come quello di barcellona ti fa pensare di appendere il casco al chiodo una spallata ti fa solo incavolare per la prossima gara!

Comments are closed.