Ora che sta per iniziare il mondiale 2012  di MotoGP vorrei provare a fare un paio di considerazioni sul futuro di questa categoria che anche se non drammaticamente in crisi sicuramente non appare poi tanto roseo.

Spiace dirlo per la tifoseria più accanita di Valentino Rossi, ma la sua era sta prendendo la strada  del declino magari non subito ma non si può più pensare che sia lui il pilota che tirerà come una volta il circo della MotoGP.  Quindi  nel tramonto dell’era Rossi chi sarà in condizione di prenderne lo scettro trainante?

Quello che lascerà Valentino sul terreno non è solamente la sua innata capacità di pilota , di entusiasmare le folle, ma sopratutto di avere degli  sponsors di larghe vedute e di portafoglio rigonfio … ebbene  inutile girarci intorno la vera crisi della MotoGP è sicuramente economica,  lo abbiamo detto e scritto nelle nostre pagine di GM da molto tempo, così come lo stanno scrivendo e scritto tutte le testate del settore italiane e non.

Questo voltafaccia degli sponsor,  anche se suffragato da buonissimi motivi di contingenza economica e crisi mondiale, si sono scritti fiumi di articoli al proposito inutile continuare è un dato di fatto palese a tutti , ha creato di rimbalzo un’ onda devastante sui nuovi talenti,  piloti talentuosi se non si possono pagare un  ingaggio non hanno accesso alle categorie di ingresso a partire dalla Moto3 e Moto2 , figuriamoci la MotoGP !!!!

La stessa SBK ha dimostrato dei limiti reali nello sviluppare dei piloti validi per la classe MotoGp , lo stesso Spies una splendida meteora in SBK approdato in MotoGP è ancora considerato un rookie , quando non scordiamocelo nel passato, i veri rookies duravano un anno e poi si vincevano un mondiale, di esempi ne abbiamo moltissimi e sono ancora qui fra noi,  non ultimo Casey Stoner e anche Jorge Lorenzo sicuramente i due più talentuosi piloti del momento.  Comunque hanno dominato la scena nella categoria 800.

La differenza sta nel fatto che entrambi vengono dalla mitica classe 250 cc ,  scusatemi il termine ma ci sta tutto:   DISTRUTTA dalla Dorna e dalla FIM.  Scuola eccelsa di piloti appunto rookie per la classe superiore.  Mi viene da domandarmi se non ce la fa uno come Spies che domina in classe SBK su dei 1000 cc da almeno 230 hp, se no di più,  come fa un pilota di classe Moto2 ad approdare su di un prototipo MotoGP e puntare ad un mondiale con gente appunto del calibro di Casey, Lorenzo, Dani , e tutt’ora Valentino etc etc ….

Aspettiamo il talentuosissimo Marc Marquez che se non altro, oltre le capacità e la classe, ha anche lo sponsor? Sarà forse lui a trainare il circo negli anni a venire ?

Difficile prevederlo personalmente credo che vada rivista tutta la formula riequilibrare i costi in modo drastico, consentire a nuovi team di affluire a prezzi decenti, bloccare definitivamente certi sviluppi o meglio ancora ridare al polso del pilota il controllo del motore e non all’elettronica , consentendo  così a chi ha del vero talento di stare davanti anche con un mezzo inferiore, forse riuscendo a risolvere il dilemma odierno di un team di guardare alla dote prima che al pilota.

11 COMMENTS

  1. aseb buongiorno, quello che trascinerà la moto gp è Lorenzo, xkè stoner credo che fra poco abbandonerà x andare a pesca nella sua bella Australia.

    Lorenzo xkè è spagnolo,anche se c’è la recessione gli sponsor ci saranno sempre in Spagna x la moto.

    a marquez non ci credo molto, x me fara come Criville.

    Rossi come tu stesso dichiari è sulla via del tramonto.

    Il povero Simo sfortunatamente non c’è piu.

    Pedrosa non ha il carisma adatto x trascinare la moto gp,
    come si è visto negli ultimi anni.

    Allora non resta che Lorenzo anche se non è molto amato. (tutto è relativo).

  2. Marc Marquez ha la stoffa e la grinta del campione. Come dice Aseb ha anche grandi sponsor. Vediamo se fisicamente starà bene. Se cosi sarà,credo che aprirà un’era in motogp

  3. Penso che quando Valentino lascerà definitivamente….gli unici nella motogp a contendersi un titolo saranno Stoner e Lorenzo….fino a quando non arriverà Marquez che magari gli darà filo da torcere…ma per vedere un altro pilota vincere un mondiale secondo me bisognerà aspettare anche l’uscita dalle scene dei primi due accennati!!!
    Il grande Sic purtoppo nn c’è più ed io contavo molto su di lui….
    Dovizioso nn ha per me quel qualcosa in più..come lo stesso Spies….poi ci sono De Angelis, Iannone…ma ripeto questi potranno contendersi il mondiale solo quando anche Casey e Lorenzo andranno via per me!!!!

  4. Casey ha detto chiaramente che se vengono tolti i prototipi dalla MotoGP lui lascia, in quanto non interessato. In genere quando dice una cosa la mantiene.

    Se la Dorna insiste nel volere dal 2013 delle super-derivate di serie. il 2012 potrebbe essere l’ultimo anno di Stoner.

  5. Io ogni tanto riguardo le sfide storiche della classe ragina, quando ancora si correva con le 500 a due tempi…

    Devo essere sincero, erano pericolose, ma senza ombra di dubbio se riuscivi a stare in piedi con quelle moto, potevi portare qualsiasi cosa!

    Rossi che arriva da quella categoria, ne è stato la dimostrazione per parecchi anni!

  6. Caro Aseb, rispondo con un po di ritardo perché ci ho dovuto pensare bene….hai fatto un sunto ottimo, e le variabili in questo momento sono tante.
    Mi sono posto diverse domande: se Rossi a fine anno lascia?
    Se la Ducati continua a essere l’ultima e lasciasse la motogp?

    A quel punto che ne sarebbe della Motogp? E’ vero che il motomondiale è fatto da piloti, ma negli ultimi 12 anni si è fatto puramente marketing.
    Ci sono spagnoli promettenti nel mondiale, c’è un australiano che se si passa in toto alle crt ha detto che abbandona…ma non ci sono italiani di “peso”….quelli che servono a Dorna per fare il suo marketing.

    Senza italiani che seguono il mondiale come nell’epoca d’oro di Rossi, Dorna perderà un buon 30% di appassionati perché la MotoGP al momento è tenuta in piedi da Italia e Spagna principalmente, poi dall’Olanda che è un popolo di appassionati a tutto tondo.
    Ma gli altri???

    In Francia vedere la GP in diretta è praticamente impossibile, in inghilterra e USA seguono di più BSB e AMA, e gli altri paesi non parliamone neppure visto che in Giappone c’è una pesante campagna contro il motociclismo.

    Quindi la Dorna di cosa vivrà??? Di altre regole scellerate?… mah…

  7. Mi dispiace Rombotti ma devo correggerti? in FRANCIA, tutte le gare motoGP vengono TRANSMESSE in diretta su eurosport con dei commentatori non faziosi e che sanno cosa dire e con delle belle interviste, ieri hanno intervistato pernat, che dice tutto il contrario di cio che dichiara il giovedi a GDP, in germania idem su sport1 con Hoffman che sa il fatto suo, in Italia lo share cala a causa dei pseudi amatori di moto che in definitiva son venuti alla moto solo x l’effetto Rossi e che abbandoneranno la moto d’un colpo de che rossi lascerà.

    basta leggere, x rendersi conto i vari blog che parlano di moto??????

  8. @terra: dovevi correggere me! 😀

    Ero rimasto a qualche stagione fa quando per lavoro non ero riuscito a trovasre una diretta di MotoGP mentre mi trovavo in francia per alcune gare. Grazie per l’info. 😉

    In Inghilterra idem, nel 2007 non riuscii a vedere nulla.

    Sull'”effetto rossi” mi trovi d’accordo, basta vedere il calo di share nelle gare che ha saltato per l’infortunio alla gamba….

Comments are closed.