Test Drive | Peugeot 3008 1.6 HDI 120cv GT Line, carattere e versatilità

 

La passione per il Rally ci ha portati questa volta ad assistere ad uno dei più spettacolari e importanti tappe del campionato italiano,  CIR,  il Rally di Roma Capitale 2017. Un rally che possiamo considerare di casa, le cui speciali si svolgono tra Pico e Fiuggi, le cui impegnative stradine anche se Asfaltate  non perdonano errori alla guida. Per raggiungere i punti più spettacolari,  per assistere al passaggio delle vetture da Rally, dovevamo avere una vettura comoda, funzionale, ma soprattutto alta da terra. Ci è venuta incontro ancora una volta la Peugeot Filiale di Roma proponendoci una Nuova Peugeot 3008 1.6 hdi 120cv GTLine con cambio automatico EAT6. Una vettura che soddisfa i requisiti di funzionalità, comodità, nonostante fosse una due ruote motrici, si è difesa alla grande potendo contare sul Grip Control. L’esemplare in nostro possesso è dotata di cerchi da 18 pollici, accessoriata con ogni comodità soprattutto con nuovo sistema Multimediale e navigazione 3D.

La nuova 3008 cambia totalmente dalla sua precedente versione. Il design appare decisamente pieno di carattere il giusto connubio tra linee tese e sportiveggianti. La 3008  pur rimanendo per dimensioni una vettura tipicamente del Segmento C-SUV, offre molto spazio per gli occupanti. Noi eravamo in 4 a girare per le varie prove del rally, tutte persone di corporatura medio grande, con un paio di elementi alti oltre 1.80, e nessuno ha avuto problemi di spazio, volendo con qualche sacrificio si poteva anche ospitare un quinto passeggero. Molto comoda la seduta, i sedili in pelle misto tessuto sono molto belli, funzionali, ma soprattutto perfettamente rifiniti ed appaiono resistenti all’usura. Il bagagliaio è abbastanza capiente da permettere il trasporto agevole per tutta l’attrezzatura di fotografi e operatori video. Nel caso necessiti di maggiore capacità di carico si possono fruttare al meglio l’abbattimento del sedile posteriore frazionato.

La 3008 ci ha portato in giro percorrendo i tornati di Pico, Colle San Magno, Cave  e Fiuggi. Strade con tornanti secchi e ripide salite, un percorso impegnativo dove la 3008 ha dato il meglio di se. I 120 cv hanno mostrato un certo brio, sufficienti per affrontare questo tipo di tracciato. Per gli utenti che hanno necessità di avere più potenza e prestazione c’è il la versione 2.0 da 150 cv con cambio manuale a 6 rapporti e 2.0 180 cv con cambio automatico EAT6 che sicuramente renderà questa vettura ancora più performante. Il cambio abbinato alla 3008 in prova è il collaudato EAT6, ottimo nei traffico cittadino, un po’ nell’uso sportivo, particolarmente adatto alle strade come quelle del rally. In ogni caso adottando la funzione sport migliora la risposta dell’acceleratore con il cambio che si adatta allungando i tempi di cambiata a regimi più alti. Ovviamente nell’uso quotidiano il cambio eat6  si è dimostrato molto valido dal punto di vista della fluidità di marcia e del confort.

Affrontando un tratto di strada duro, con ripida discesa seguito da un altrettanto ripida salita consecutiva, un percorso stretto e sconnesso che ha messo la 3008 in bilico sulle due ruote  in diagonale, è bastato impostare il grip control di cui è dotata questa vettura, per ripartire la motricità sulle ruote che avevano più grip permettendo alla stessa di uscire dalla difficile situazione di stallo. Il Grip Control della 3008 ha 4 impostazioni differenti : Standard da usare tutti i giorni, Fango, Sabbia, e Neve. Ogni singola funzione permette alla vettura di tirare fuori il meglio di se. Ancora una volta c’è da fare i complimenti a Peugeot che ha creato un ottimo sistema consentendo ad una vettura a 2 ruote motrici di affrontare senza esagerare ogni tipo di fondo.

Nell’ambito autostradale la vettura si dimostra un ottima passista, comoda e silenziosa, la 3008 ha coccolato gli occupanti con una ottima dotazione di confort e silenziosità, accompagnata da un ottimo impianto audio studiato da Focal  apposta per Peugeot. A velocità di CDS,  la 3008 1.6 hdi 120cv ha fatto registrare un consumo medio di 21.1, mentre nel su percorso misto considerando che non abbiamo lesinato sull’uso dell’acceleratore nei tratti delle prove su un buon valore medio di 14.3 km/litro. Con una guida accorta si potrebbero fare senza problemi almeno un paio di punti in più.  Le gomme 4 stagioni di cui è dotata se da un lato hanno consentito al sistema Grip Control di funzionare al meglio, hanno mostrato i loro limiti soprattutto in curva. Sui tornati più impegnativi ci siamo ritrovati spesso ad avere a che fare con un marcato sottosterzo con le ruote che stridevano continuamente sull’asfalto. Come successo già per la prova della 2008, anche per questa 3008 ci sentiamo di consigliare agli  utenti che ne hanno possibilità, meglio poter avere pneumatici 4 stagioni per l’inverno e altrettante 4 coperture più performanti estive più adatte ai percorsi estivi fatti di asfalto, il comportamento stradale ne gioverebbe sicuramente.

Gli interni sono contraddistinti da una plancia dal design molto piacevole e frizzante nell’accostamento cromatico dei componenti. La strumentazione completamente digitale è il fiore all’occhiello di questa vettura, il quadro permette all’utente,  in maniera molto semplice di impostare ogni tipo di informazione necessaria.  Gli arredi sono composti da materiali di altissima qualità, decisamente superiori a quelli di molte altre vetture appartenenti al segmento della Nuova 3008, anche paragonandole alle classica concorrenza tedesca,  niente da eccepire nemmeno sul livello di cura per l’assemblaggio sia nelle zone a vista che in quelle nascoste.  La dotazione  di serie prevede il navigatore con i servizi TOM TOM, un sistema veloce e intuitivo. Una volta impostato in maniera adeguata si possono ottimizzare al meglio i percorsi utilizzando tutte le funzioni classiche tipiche dei navigatori Tom Tom con grafica 3D è molto simpatica ed accattivante. I comandi vocali abbinati a questo sistema non sono molto intuitivi, necessitano solo di un pò di pratica nell’attivazione cosa consigliabile solo a vettura ferma. Il sistema d’infotainment prevede anche Android  Auto, Mirror Link, Car Play, permettendo a qualunque smartphone di interfacciarsi correttamente con le varie app presenti e compatibili. Non tutte le applicazioni saranno disponibili sui vari sistemi, ma pure nella sua versione base resta un impianto più che sufficiente, il tutto per una cifra pari a 34300 euro completa di tutti gli accessori, cosa che consente di poter anche avere una 3008 con le stesse caratteristiche tecniche con un prezzo di listino inferiore

Andrea Di Mario

Daniele Amore

Si ringrazia  per la collaborazione  http:/ /www.concessionario.peugeot.it/roma-tiburtina

https:/ /www.facebook.com/Peugeotcrew

Lascia un commento