Bye Bye Grid Girls, Welcome Grid Kids

Addio alle Grid Girls, spazio ai Grid kids, questa è una rivoluzione che ha fatto molto scalpore nell’ultimo periodo nella massima serie dell’automobilismo a ruote scoperte. Nel 2018, così, i piloti verranno accompagnati sulla griglia di partenza dai giovani ragazzi provenienti dalle categorie minori del Motorsport.  Il comunicato di Liberty Media: “I giovani potranno sostare con i piloti sulla griglia di partenza e saranno scelti in base al merito sportivo o attraverso una estrazione, tra quelli che competono già nel karting o nelle serie minori.” Questa è la nuova trovata di Liberty Media per rendere più “vicina” ai fan la classe regina del motorsport. Quello che liberty media ha approvato è permettere ai bambini di vedere quelli che sono i loro idoli, per permettergli di accettare dei consigli per quella che è la loro carriera nel monto a 4 ruote. Perché ci dobbiamo scandalizzare così tanto quando in Formula E o, nello sport che la maggior parte della gente guarda, il calcio, già succede così? Questo, forse, ci dice a che livello è l’appassionato medio di Formula 1 oggi…

Continuando con il comunicato: “Per tanti ragazzi, sostare di fianco ai propri campioni prima del semaforo verde sarà un grande sogno che si realizzerà. Sarà una bellissima esperienza sia per loro che per le loro famiglie e li spronerà a far meglio per poter, un giorno, sedere su una vettura di F1″ Queste le parole di Sean Bratches, direttore commerciale della F1. Anche Jean Todt ha voluto dire la sua sull’argomento Grid Kid: “Siamo lieti di poter dare questa opportunità ai giovani piloti che sognano un giorno di poter guidare una vettura di F1. I Grid Kid saranno scelti di volta in volta per ogni Gran Premio e saranno presenti anche per le gare di GP2 e GP3. Inoltre, potranno essere accompagnati dalla propria famiglia. Sarà un avvenimento unico per loro“.

Luca Galatioto

5 Comments

  1. Post By Sacramen

    Agli ammereggani sta andando il cervello in marcimento…

  2. Post By Danny Garbin

    A me pare una boiata assurda….mah…

  3. l’uomo ha gia’ una attrazione innata per le moto, adesso bisogna agganciare quante piu’ donne possibili, meglio dei bambini che delle gnocche di cui sono invidiose.
    in asia meta’ degli scooter li guidano le donne, e’ meglio se il marchio motogp riescono a sfruttarlo alla meglio anche per loro 😉

  4. Post By alfa86

    I nuovi arrivati manco dovevano arrivare. Non capiscono niente delle corse e del contorno .

  5. Post By Sacramen

    Ma non è certo una scelta stata dalla scarsa esperienza o visione nel motorsport…
    È semplicemente il risultato dell’ondata pseudo femminista che si sta scagliando negli USA…

Lascia un commento