Pubblicità

E’ bastato appena un anno perché la pura partnership tra Alfa Romeo e Sauber diventasse qualcosa di più serio. Di molto più serio oserei dire. Stamattina il comunicato rilasciato dalla squadra svizzera è stato chiaro: nel 2019 avremo la Alfa Romeo Racing e la parola “Sauber” scomparirà per sempre dal nome ufficiale del team.

Le parole del comunicato sono state le seguenti:

Alfa Romeo e Sauber continueranno a gareggiare insieme sotto il nome di “Alfa Romeo Racing”. L’obiettivo è l’ottenimento di ambiziosi risultati. l Campionato del mondo di Formula 1 2019 vedrà due dei marchi storici nel mondo delle competizioni sportive – Alfa Romeo e Sauber – tornare sui circuiti internazionali con i piloti Kimi Räikkönen, già campione del mondo nel 2007, e il giovane italiano Antonio Giovinazzi come “Alfa Romeo Racing”, in luogo della denominazione dello scorso anno,  “Alfa Romeo Sauber F1 Team”.

L’italianità del logo

Agli occhi più attenti non sarà di certo sfuggito il tricolore sotto il logo Alfa Romeo e subito sopra la parola “racing”. Certo come lo stesso team sottolinea che si vuole mantenere “invariate e indipendenti la proprietà e la gestione di Sauber”. Sta di fatto che il biscione della casa lombarda ed il quadrifoglio verde ora avranno tutt’altra riconoscenza all’interno dello sviluppo della nuova monoposto.

Sotto al logo leggiamo poi “Since 1910”. Era il 24 giugno 1910 quando, al debutto nel mondo delle corse, Alfa Romeo vinse la sua prima gara al Circuito di Modena. Da allora il mito della squadra di Milano entrò nel cuore di tutti i tifosi motoristici italiani grazie al contributo di nomi come Enzo Ferrari e Tazio Nuvolari.

Le parole dei leader

Frédéric Vasseur: “Con grande piacere annunciamo la nostra partecipazione al Campionato del Mondo di Formula 1 2019 con il nuovo nome “Alfa Romeo Racing”. Dall’inizio della collaborazione con il nostro Title Sponsor Alfa Romeo nel 2018, abbiamo ottenuto notevoli progressi tecnici, commerciali e sportivi.

I risultati hanno ripagato il grandissimo impegno profuso e questo ha dato una forte motivazione a tutti i membri del team,sia in pista che al quartier generale in Svizzera. Intendiamo continuare a sviluppare ogni ambito del team, portando avanti la nostra comune passione per le corse, la tecnologia e il design”.

Mike Manley: “Alfa Romeo Racing è una denominazione nuova che, tuttavia, può vantare una lunga storia di successo in Formula 1. Siamo orgogliosi di collaborare con Sauber nell’impresa di portare la tradizione di eccellenza tecnica e stile italiano, caratteristica del marchio Alfa Romeo, alle vette delle competizioni motoristiche. Non ci sono dubbi: con Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi al volante e l’esperienza Alfa Romeo e Sauber, gareggeremo per dire la nostra”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com