È il periodo dell’anno in cui comincia il conto alla rovescia per la partenza delle nuove stagioni delle grandi competizioni motoristiche: a inaugurare le danze per gli appassionati sarà la SuperBike, in pista già a metà febbraio per il GP di Australia, mentre per veder sfrecciare la MotoGp bisognerà attendere il 10 marzo con il Gran Premio del Qatar.

Gli pneumatici per MotoGp e SuperBike

Oltre alle caratteristiche tecniche delle moto, le due grandi competizioni su due ruote si distinguono anche per il diverso approccio agli pneumatici, ma soprattutto per il nome del fornitore: se Michelin è dal 2016 il partner ufficiale della MotoGp, è addirittura dal 2004 che Pirelli calza tutte le classi del Campionato Mondiale Superbike, facendo segnare un vero e proprio record di longevità nella storia del motorsport.

Prodotti pensati per chi ama la velocità

In entrambi i casi, i prodotti testati in pista sono diventati base per lo sviluppo delle gomme declinate in versione stradale: l’esempio più noto è forse quello della gamma Diablo della Pirelli, ma come si può scoprire sul sito www.euroimportpneumatici.com anche le nuove gomme moto della Michelin presentano dettagli e soluzioni derivate dall’esperienza nelle competizioni di velocità.

La lotta si sposta sul lato commerciale

La pista come banco di prova per l’ottimizzazione degli pneumatici per l’utilizzo regolare su strada, dunque, ma anche come occasione per dimostrare la propria competenza e affidabilità: la lotta tra Michelin e Pirelli si ripete dunque anche nella stagione sportiva 2019 ed entrambe le Case sono pronte a presentare le loro ultime novità.

Le gomme per la MotoGp 2019

Sul fronte MotoGp, ad esempio, il regolamento 2019 (e lo studio sulle performance della scorsa stagione) hanno convinto la Michelin a mantenere inalterati carcasse e profili che hanno garantito una buona stabilità di prestazioni nello scorso anno. In aggiunta, la compagnia ha deciso di mettere a disposizione dei team una nuova mescola anteriore, che si pone per caratteristiche a metà strada tra la media e la dura della scorsa stagione, mentre al posteriore la Casa francese ha ideato due differenti mescole, una soffice e una media, realizzate con una nuova tecnologia. Gli obiettivi sono offrire stabilità ai team e ai piloti e consentire di migliorare ulteriormente i tempi sul giro, a tutto vantaggio dello spettacolo.

Le novità Pirelli per la SuperBike

La risposta a distanza della Pirelli è più elaborata, perché la società italiana ha presentato proprio in questi giorni tre nuovissimi modelli di pneumatici per SuperBike, pensati per il mondiale ma pronti a debuttare anche per calzare le moto di tutti i piloti professionisti, semi-professionisti o semplici appassionati di track-days: si tratta delle slick Diablo Superbike, presenti anche nella variante extrasoft che garantisce la velocità più elevata (ideale per la rincorsa alla SuperPole o per la nuovissima Gara Sprint della domenica), delle rinnovate Supercorsa SC (riprogettate sia in termini di struttura che di disegno battistrada e mescole, per puntare all’ottimizzazione e alla costanza delle prestazioni), e infine delle gomme da bagnato Diablo Rain, sviluppate con un innovativo disegno del battistrada e disponibili in due diverse mescole, per consentire la guida anche in condizioni di pioggia.